Just another WordPress.com site

AMORE SENZA TEMPO

Questa poesia non è certo diretta alla Monna Lisa che ho inserito nella grafica, ma vuole essere un viaggio nel tempo alla ricerca di tutto ciò che di bello è stato per prendere da tutto un qualcosa per farne dono all’amore presente. Nella grafica ho inserito anche Cirano di Bergerac e Giulietta e Romeo, due miti del romanticismo, quasi a volerli unire insieme per dar voce, così come riportato nella poesia, ad una unica, meravigliosa ode d’amore.

 

Volgo amor, a te il guardare, di vision dipinto e d’antico incanto,
cercando di scindere il groviglio d’emozioni, che l’animo ricolman,
e comprenderne la pura essenza, il seme che fa sbocciare un’estasi,
fior di nobil lignaggio e fragranza, che i sensi sa ammaliare,
facendo perdere all’impossibile, la sua giusta identità,
tal che pel volgere dell’attimo, il pensare s’imparenta col reale.
Mi par vero, poter percorrere la già esplorata via del vissuto,
ove il tempo ha posato i suoi passi, lasciando orme di ricordi.
Porterò il cammino, oltre il confine del dì del mio primo pulsare,
fino a quello che, estasiato, ha udito il parolar d’amore di Romeo,
e quello del rassegnato Cirano che, celato da foglie e da tristezza,
prestava a chi, con arma di bellezza, di Rosanna, il cor avea rapito.
Sentita preghiera lor volgerei, acchè nuovo poetare da lor sorgesse,
unito in unico, supremo canto, tal d incantare fin silente musa,
per divenir, intriso del mio, nutrimento d’amore per l’animo tuo.
Com’errante cavalier del tempo, varcherò colline già spianate,
solcherò orizzonti ove sorgon albe che son già tramontate,
sino ad incontrar il sommo pittore, c’ha reso vision d’ultimo giudizio,
per dimandar chiave che dipana l’arcano d’un giocondo sorriso,
e decifrar con essa, la misteriosa bellezza che incanta, del tuo.
Volerò alle radici del sorgere a mirar la madre delle boreali aurore,
ubriacarmi di colori e perdermi nel dissolversi delle lor sfumature,
così da esser pronto a tuffarmi nella pari bellezza, degli occhi tuoi.
Mi par vero d’aver percorso la strada già esplorata dal vissuto,
ma l’unica certezza sul cammino del mio esistere, è il tuo esistere,
che dipingi ogni quotidiano, con la calda luce del tuo grande amore.

Vito

 

Dal 2000 in base alla legge 248: “….tutti i testi che vengono pubblicati in internet sono automaticamente protetti dal diritto d’autore. L’art. 6 della legge 633/41 stabilisce che ogni opera appartiene , moralmente ed economicamente, a chi l’ha creata .. Pertanto e’ illegale (legge 22 aprile 1941, N° 633- legge 18 agosto 2000, N° 248, copiare, riprodurre (anche in altri formati o supporti diversi), pubblicare parte di essi se non dietro esplicita autorizzazione.. La violazione di tali norme comporta sanzioni anche penali… “ L’autore scrivente: Vito Montalbò intende avvalersi di tale legge per eventuali furti di poesie, o starlci di esse, pubblicate.

Annunci

9 Risposte

  1. ah ma quanto ragione che hai carissimo..l amore non deve aver mai tempo o eta’o motivi economici…etc etc
    l amore sia uno…e unisce sempre…trascorre il tempo e arriva vincitore nei nostri cuori
    o almeno lo deve fare cosi
    sereno pomeriggio ,bellissimo post

    10 settembre 2013 alle 15:57

  2. Rebecca Antolini

    Questa tua poesia fra 200 anni fa parte dal patrimonio culturale italiana… molto bella, i miei complimenti caro Vito… con amiciza Rebecca

    10 settembre 2013 alle 16:13

  3. Silvia

    Le tue poesie ci trasportano in un altro tempo e fanno sognare…..bellissima! Buona serata caro Vito! )

    10 settembre 2013 alle 18:33

  4. Quanto mi sono mancate le tue bellissime parole, hai un modo di scrivere stupendo, che emoziona tantissimo.
    Bentornato fratellone, ti ho riletto con immenso piacere
    Un grande saluto in amicizia, Pat

    10 settembre 2013 alle 19:13

  5. Sabry

    Bellissima… come la grafica! Complimenti sempre caro Vito 🙂

    11 settembre 2013 alle 14:02

  6. lucetta

    La conclusione finale mi colpisce molto perchè si riferisce a ciò che ogni coppia, che si ama veramente, è l’uno per l’altra.
    Bentornato carissimo Vito.

    11 settembre 2013 alle 14:49

  7. Rosella

    E’ proprio come hai scritto tu all’inizio, è una meravigliosa ode d’Amore. Complimenti sei bravissimo!
    Un caro saluto ed un abbraccio!

    11 settembre 2013 alle 21:02

  8. Ciao Vito… bell’inno all’amore eterno… anche se non so se nella realtà esiste… ma complimenti a te che l’hai descritto superbamente..
    serena serata

    Barbara!

    15 settembre 2013 alle 17:40

  9. “Prendere da tutto cio’ che e’ stato bello in passato per farne un dono all’amore presente..” la bellezza e’ anche memoria, ecco perche’ una cosa che e’ stata bella vien resa magari ancor piu’ bella nel tempo, da passato a presente, da presente al futuro. esiste pero’ anche l’abbruttimento. Ma questo, “rendere piu’ brutto-rendere piu’ bello” dipende solo e soltanto dall’uomo. Da.noi, che siamo misura di tutte le cose.

    “Io sono solo un povero cadetto di guascogna, pero’ non la sopporto la gente che non sogna” (Cirano de Bergerac..che ti apprezzerebbe, perche’ le tue cose vengono da chi …sogna).Ciao Vito, e’ da molto che non ti salutavo 🙂

    Marghian

    29 settembre 2013 alle 20:03

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...