Just another WordPress.com site

TUONA IL CANNONE

La guerra porta con se dolore, atrocità, ingiustizia….. quando capirà l’uomo che essa è l’unica contesa che non prevede vincitori?

Ancora di grigio è il piatto vestir di mesto cielo

che del garrir festoso al signore della luce,

ne sconosce ormai lo spensierato volteggiare.

Di piombo, par condita quest’aria di ristagno,

intrisa di perché in perenne adorno d’un interrogativo,

e dell’infida, avvolgente nenia del diavolo oscuro,

miscela, figlia dell’irrazionale, che peso dona al respiro,

e labilità alle menti plasmate dalle mani dell’orrore.

Dolore, è il visional rimando, di case al suol distese,

che di Gerico paion le mura, crollate al suon di trombe,

tutto è parvenza, persin la vita, tentata da mille rese.

S’ode ancor il cupo rombare dei demoni d’acciaio,

tra suono di sirena, com’aquile al mirar di preda,

giungeran tra nubi, ad oltraggiar cielo e terra,

veri giullari del male, che lacrime e non risa, doneranno,

spargendo fiamme e sale, su ferite già infette dal dolore.

Ancor sconoscesi su qual veliero giunge la follia,

sull’onde di melmosi mari, a ghermir le umane menti,

quando il soffiar tempeste, a spegner fiammelle di vita,

diviene unico fio da pagare, per derimer contesa.

Alieno all’uman guardare, s’aggira tra inanimate macerie,

 tessere dal mancato incastro, del puzzle dei ricordi,

il ghigno trionfale di signora morte, su spettral destriero,

con l’affilata falce, che vite recide, come bionde spighe.

Arsa par la pietà, nell’ardente fornace dei suoi occhi,

ma turbamento gli reca quella scossa, alla vision di madre,

che sotto un tetto, che ha perso pretesa d’esser tale,

intona sommessa, dolcissime note di canto leggero,

in attesa di sospirato risveglio del suo piccolo angelo,

che già da tre dì, par dormire con accenno di sorriso,

ricevendo da lui, invisibili carezze senza materialità.

Sinistra luce, in ciel serpeggia con fragor di saetta,

eco ne divien in terra, l’invadenza di un tuono di cannone.

Vito

Dal 2000 in base alla legge 248: “….tutti i testi che vengono pubblicati in internet sono automaticamente protetti dal diritto d’autore. L’art. 6 della legge 633/41 stabilisce che ogni opera appartiene , moralmente ed economicamente, a chi l’ha creata .. Pertanto e’ illegale (legge 22 aprile 1941, N° 633- legge 18 agosto 2000, N° 248, copiare, riprodurre ( anche in altri formati o supporti diversi), pubblicare parte di essi se non dietro esplicita autorizzazione.. La violazione di tali norme comporta sanzioni anche penali… “ L’autore scrivente: Vito Montalbò intende avvalersi di tale legge per eventuali furti di poesie, o starlci di esse, pubblicate

Annunci

50 Risposte

  1. che bellissime parole abbinate molto bene alla foto……..un bacio VITO…….SARA

    16 ottobre 2012 alle 14:31

    • Ti ringrazio tanto, e buona permanenza in Puglia..

      22 ottobre 2012 alle 16:03

  2. in fondo al cuore

    Hai saputo rendere poesia anche l’atrocità della guerra, bellissima e straziante….. Buona serata, un abbraccio!

    16 ottobre 2012 alle 14:37

    • Ti ringrazio Silvia, purtroppo la guerra è una costante da quando è comparso l’uomo.
      Buna serata.

      22 ottobre 2012 alle 16:04

  3. Rebecca Antolini Pif

    La guerra e uno dei più grande crimine comiuto dal uomo.. e non ci sono mai giustificazioni.. non c’è una scusa per uccidere.. il tuo racconto e come sempre molto particolare nel modo come ti esprimi (a me lo piace)… caro Vito non ho mai subito un guerra, ma vedo tante storie e filmati in internet che mi fanno stare malissimo… io sono per un mondo di pace e per l’amore universale… ti abbraccio Pif

    16 ottobre 2012 alle 14:37

    • Grazie Rebecca, è vero la guerra è un grande crimine che resta sempre impunito.
      Buona serata.

      22 ottobre 2012 alle 16:05

      • Rebecca Antolini Pif

        Sai cosa ti dico, dobbiamo divulgare l’amore… forse cosi combattimo la guerra… buona serata anche a te … 😉

        22 ottobre 2012 alle 16:30

  4. Sono senza parola Vito caro… le tue parole mi rieccheggiano dentroproprio come ‘eco del tuo cannone in terra… sono conquistata dalla descrizione realistica che sviscera immagini innanzi agli occhi che leggono. Cosa posso dire mio caro amico… solo che è talmente bella che lascia senza parole. Dimmi… quando ti decidi a fare un libro? Unebook per chi ama il tuo scrivere. Io lo vorrei di corsa e leggerlo e rileggerlo all’infinito. Buona giornata Vito… tanta serenità.

    16 ottobre 2012 alle 14:38

    • Ti ringrazio di vero cuore, Carmen, quando al libro, spero a prestissimo di darti buone novità.
      Buona serata.

      22 ottobre 2012 alle 16:06

  5. Vito sono senza parle anch’io…se non avessi letto il commento di Carmen più o meno avrei scritto le stesse cose….
    Leggerti è un vero ed immenso piacere..
    Dolce serata e tanta ma tanta pace nel tuo cuore..

    16 ottobre 2012 alle 14:59

    • Ti ringrazio tantissimo Teresa, sei sempre gentilissima.
      Ti auguro una buona serata.

      22 ottobre 2012 alle 16:07

      • Niente grazie….lo meriti e basta….
        Ciaoooooooooooooo

        24 ottobre 2012 alle 15:45

  6. Sabry

    Quanto dolore nelle tue parole e nella tag grafica..lo trasmetti come tu solo sai fare..
    che siano parole dolci o dure come quelle qui usate per descrivere una delle peggiori invenzioni dell’ uomo.
    Sempre complimenti, bravissimo!!!
    Un abbraccio, Sabry

    16 ottobre 2012 alle 15:06

    • Ti r4ingrazio Sabry, è vero, il dolore è una conseguenza di questo atto criminale che è la guerra, e inevitabilmente, parlandone, si avverte sempre.
      Bupna serata.

      22 ottobre 2012 alle 16:08

  7. UN TEMA TRAGICO QUESTO….MA TU HAI SEMPRE QUESTO MODO SPECIALE DI SCRIVERE….BUONA SERATA VITO

    16 ottobre 2012 alle 16:23

    • Grazie Mirna, fi vero cuore.
      Buona serata.

      22 ottobre 2012 alle 16:09

  8. E’ un tuonar che porta dolore e disperazione. Lacrime amare per la perdita delle persone care, lacrime amare di chi impotente assiste e non riesce a far nulla. Come sempre le tue parole entrano nel cuore e lo sconquassano, emozionano e lasciano sensazioni difficili da sopire.
    Da queste tue parole si eleva il grido d’orrore di tutti coloro che vivono costantemente a contatto con guerre e faide che portano solo distruzione e tolgono vite, sorrisi, futuro….
    Un caro saluto fratellone dal cuore grande e sensibilissimo.
    Con amicizia, Pat

    16 ottobre 2012 alle 16:26

    • Grazie di cuore Patty, purtroppo dove c’è guerra, c’è tanto dolore e tanti perchè che non trovano risposta.
      Buona serata, con amicizia, vito

      22 ottobre 2012 alle 16:10

  9. Quelli che hanno in mano le sorti del mondo, i governanti sono i responsabili perchè a parole vogliono la Pace ma nei fatti poi spingono per la guerra.
    L’immagine dice tutto. Ciao Vito e buona serata.

    16 ottobre 2012 alle 16:31

    • Grazie Lucetta, hai ragione, credo che a volte la guerra faccia como a qualcuno.
      Buona serata.

      22 ottobre 2012 alle 16:11

  10. Ciao Vito, l’argomento che tratti è molto toccante e come sempre tu sai trasmettere con i tuoi scritti ciò che il tuo cuore prova accostandoti ai pensieri e alle riflessioni di tutti noi in tempi che tanta pace non vivono. Un abbraccio affettuoso.

    16 ottobre 2012 alle 16:37

    • Ti ringrazio, Angela, speriamo di proseguire per sempre con i tempi di pace, anche se , purtroppo, in qualsiasi parte del mondo, una guerra c’è sempre.
      Buona serata, con amicizia, Vito

      22 ottobre 2012 alle 16:13

  11. La guerra ha un solo volto: ingiustizia e violenza e come in ogni guerra permane la speranza ;conoscere il mistero della vita e il significato delle cose profonde attraverso il procedimento razionale di un lungo combattimento allo scoppio di un cannone, come può l’uomo riscattarsi e consolarsi dal male attraverso l’illusione che la guerra offre, come può l’uomo affermare la propria dignità nonostante la sua impotenza di fronte ad un tragico destino che distrugge il suo Io e la natura che gli è intorno.

    Complimenti caro Vito sei bravissimo.
    Buonanotte
    ♥ vany

    16 ottobre 2012 alle 19:04

    • Ti ringrazio Vany, sei sempre gentilissima e le tue riflessioni sempre profonde.
      Buona serata.

      22 ottobre 2012 alle 16:13

  12. i grandi della terra non vogliono la pace perchè hanno i loro loschi traffici da portare avanti.. noi rimaniamo impotenti a guardere la tristezza e il dolore sul viso di chi subisce! è un tema triste raccontato in modo magistrale dalle tue stupende parole e l’immagine poi trasuda di dolore! Complimenti Vito sempre bravissimo.. 🙂 buona serata..

    17 ottobre 2012 alle 18:34

    • Hai ragione Adriana, dietro una guerra spessissimo si nascondono interessi commerciali, alle spalle di milioni di innocenti che vivono immensi sofferenze.
      Grazie di cuore, buona serata.

      22 ottobre 2012 alle 16:15

  13. Finchè ci sarà sete di potere e ricchezza non lo capirà MAI…
    Dolce serata Vito

    17 ottobre 2012 alle 19:25

    • Concordo Teresa, Grazie.
      Buona serata.

      22 ottobre 2012 alle 16:15

      • Ne ero certa….
        Ciaoooooooooooooooooo

        24 ottobre 2012 alle 15:44

  14. descritto molto bene sia in versi che con la grafica e spero che nella ” tranquilla” e inquieta europa non arrivi mai e che si fermi nelle altre aree del mondo . Sembra che la storia non abbia insegnato per niente che la guerra è solo un’inutile catastrofe.
    Un cordiale saluto.

    17 ottobre 2012 alle 19:59

    • Grazie di cuore Silvia, speriamo che la guerra sparisca completamente dalla faccia della terra, …è una utopia la mia? mah! non sapreo.
      Buna serata.

      22 ottobre 2012 alle 16:16

  15. I tuoi versi creano con estremo realismo l’atmosfera di dolore e distruzione che ancor oggi rende l’uomo schiavo della sua brutalità.
    Come sempre riesci ad emozionarmi profondamente evocando vive e palpitanti scene di vita dove risaltano, tangibili, sensazioni e sentimenti. Complimenti amico mio, e un abbraccio forte

    18 ottobre 2012 alle 12:05

    • Grazie Dony, di vero cuore… spero che in un futuro prossimo, non si debba più scrivere di questo argomento.
      Buona serata.

      22 ottobre 2012 alle 16:17

  16. Ciao Vito.
    Passo per augurarti una buona serata e un buon fine settimana.
    Luciana

    18 ottobre 2012 alle 15:19

    • Grazie Luciana, buon inziio di settimana.

      22 ottobre 2012 alle 16:18

  17. Meravigliosa! non ho altre parole che le tue, in mente. Buon fine settimana Vito. Lorena.

    19 ottobre 2012 alle 14:03

    • Ti ringrazio maria Lorena, gentilissima ….ma non vedo più tuoi aggiornamenti, sei ferma a luglio, o hai aperto un nuovo blog?.
      Buona serata.

      22 ottobre 2012 alle 16:19

  18. Ogni tuo scritto è veramente UNICO. Specialissimo, entra nel cuore e resta. Grazie Vito. Giovanna

    19 ottobre 2012 alle 19:13

    • Grazie Giovanna, sempre gentilissima.
      Ti auguro una buona serata.

      22 ottobre 2012 alle 16:21

  19. Scritto eccellente! Immagine scioccante ! Complimenti!

    19 ottobre 2012 alle 20:19

    • Ti ringrazio Elena, di vero cuore.
      Buona serata.

      22 ottobre 2012 alle 16:22

  20. massi64

    Sempre un piacere leggerti ….
    buona domenica abbraccio sincero .

    21 ottobre 2012 alle 09:12

    • Grazie massy, una buona serata.

      22 ottobre 2012 alle 16:22

  21. I tuoi versi: sofferente espressione di guerre fratricide che impiombano il ciel di sprazzi di fuoco…
    Serena domenica
    Ros

    21 ottobre 2012 alle 14:12

    • Ti ringrazio Rosemary, anche per il rigo di bella poesia che hai lasciato.
      Buona serata.

      22 ottobre 2012 alle 16:23

  22. Ebbene…..siamo di nuovo a lunedì.
    Buon inizio settimana.
    Luciana

    22 ottobre 2012 alle 11:31

    • Grazie Luciana, buon inizio di settimana anche a te.

      22 ottobre 2012 alle 16:23

  23. Carissimo Vito
    Ho riletto la tua pagina ed al pensiero di quella madre ho sentito i brividi.
    Ti auguro una buona serata, 1 abbraccio fortissimo a te ed un saluto a tutti i / le passanti.
    🙂 vany

    22 ottobre 2012 alle 16:01

    • Ciao Vany, grazie di vero cuore, una buona serata anche a te e ai tuoi cari.

      22 ottobre 2012 alle 16:24

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...