Just another WordPress.com site

I.N.R.I.

Accompagnato da mite rassegnazione di sacrifical agnello, con lento strascicar di passo, d’umiliazione e da spine ferito e sotto le amare carezze di crudeli fruste, che come i tentacoli di terribili meduse, donano alla pelle dolor di fiamma, in polverosa via s’avanza il giusto ad immolar se stesso, sull’indegno altare eretto dall’uman peccare. Immane peso recan le sue spalle stanche, che ben oltre l’immaginar sconfina e l’incrociar di due legni, mentre di scherno s’infiammano i lati del suo cammino e il suo cader su ginocchia ferite, non è mostrar resa, ma figlio del rivestir umana condizione. Stagliato contro la malinconia d’un grigio cielo, immobile come i ricordi rifugiati in vecchie foto sbiadite, s’apre al suo guardare il colle del destino ove sin dagli inizi, fu per lui piantato il seme della suprema sofferenza. Letto simile a spinoso roveto divien la croce, quando adagiandosi sopra, resta in attesa dell’ultimo immenso dolore, acuminato metallo che come tizzoni di brace, attraversa le sue carni per formar un tutt’uno con l’essenza dell’estremo sacrificio ed essere sollevato in attesa d’esalar ultimo respiro, così come l’antico scritto avea, sui sacri rotoli segnati dal tempo, apposto visioni di profetiche veggenze. Costa fatica e lancinar di dolore, persino il sollevar di palpebre per indirizzar lo sguardo sulla dolce Maria, inginocchiata a piè di croce, avvolta da pesante mantello e da un disegno che seppur divino, faceva sprofondare nell’amaro vortice del soffrire, mentre lo scivolar di stanche lacrime, parean rivoli di sale che alimentavano l’arsura d’un dolore, invisibile pugnale che attraversando il suo cuore, andava ad artigliar l’anima. Scosso da un fremito, raccogliendo le flebili forze, trasforma in carezze le ultime parole e chinando il capo, consegna il suo corpo nelle mani di signora morte, che conscia dell’imminente amara sconfitta, già masticava pan di fiele. Il meriggio indossò gli abiti della notte e dall’alto s’udirono, quasi fossero brontolio di tuono, numerose voci, che parean aver attraversato le porte del tempo mentre accese nubi, come spiriti vagabondi, attraversarono il cielo con passo di lampo, lasciando sonore scie di sommessi lamenti. Persin la terra fu scossa dal timore e quando il giorno riebbe la sua luce, tutto era stato compiuto, mentre un raggio di sole, sulla croce illuminava una scritta: “Iesus Nazarenus Rex Iudaerum”

Vito

Licenza Creative Commons
“I.N.R.I”  by Vito Montalbò  is licensed under a

Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 2.5 Italia License.

Dal 2000 in base alla legge 248: “….tutti i testi che vengono pubblicati in internet sono automaticamente  protetti dal diritto d’autore. L’art. 6 della legge 633/41  stabilisce che  ogni opera appartiene , moralmente ed economicamente, a chi l’ha creata ..  Pertanto e’ illegale (legge 22 aprile 1941, N° 633- legge 18 agosto 2000,  N° 248, copiare, riprodurre ( anche in altri formati o supporti diversi),  pubblicare parte di essi se non dietro esplicita autorizzazione.. La violazione di tali norme comporta sanzioni anche penali… “ L’autore scrivente: Vito Montalbò intende avvalersi di tale legge per eventuali furti di poesie, o starlci di esse, pubblicate

Annunci

27 Risposte

  1. silvia in fondo al cuore

    Molto bello caro Vito, per gli auguri ancora c’è tempo, per ora ti auguro una buona serata con un amichevole abbraccio!

    20 aprile 2011 alle 15:42

  2. Sabrina

    Caro Vito..lettura travolgente!
    Portiamo allora ognuno la nostra croce..cercando di dar meno possibile a vedere il dolore che proviamo sforzandoci di sorridere a chi ci vuol bene e non sopporta di vederci soffrire..
    Buona serata a te e famiglia carissimo, Sabry

    20 aprile 2011 alle 15:54

  3. CHE NE DIRE…………..STUPENDE PAROLE CHE TOCCANO ,MA ORMAI PASSANDO DA TE E LEGGENDOTI NE SO BENE CHE MI TROVERO IN QUESTO PUNTO DEI SENSI INTERIORI
    TI ABBRACCIO CARO AMICO.E CI SENTIAMO PER GLI AUGURI DI PASQUA

    20 aprile 2011 alle 15:56

  4. Quanta sofferenza……..questo ci deve far riflettere molto…..per una piccolezza a volte nè facciamo un dramma…..ci sono persone che portano una crece veramente di sofferenza unica……e donano un sorriso a chi ne ha bisogno…persone da ammirare ….
    ho letto con interesse..ma il mio pensiero e stato questo…..grazie Vito …immaggine e parole che entrano nel cuore…..ti auguro di trascorrere questi Santi giorni con la tua famiglia serenamente……un’abbraccio con tutto il cuore…un augurio speciale…..ringraziuandoti di avere sempre un pensiero per mè…..grazie grazie…grazie……..Buona Pasqua VITO…..CON AFFETTO………..

    20 aprile 2011 alle 16:13

  5. l’ho letto e riletto, bellissimo vito. si percepiva il dolore che Cristo ha sopportato solo per noi.. mi sono sentita così impotente e stupida ripensando ai miei piccoli problemi e lui invece ha subito tutto ciò.. grazie vito, sei sempre grande quando scrivi..ti auguro una buona serata. ti abbraccio con affetto…

    20 aprile 2011 alle 17:26

  6. Ben scritto,rende in pieno il dramma di una vicenda che ancora oggi ci fa piegare il capo pieni di amarezza e ci sconvolge, ci sconvolge perchè il Venerdì Santo di dolore del mondo non è ancora passato, ma il Signore si è fatto carico del peccato che rende gli uomini schiavi e malvagi e ci indica un’altra strada inconprensibile a tutti noi, la croce che è passaggio alla vita Eterna.
    Ti ringrazio per la sensibilità del tuo scritto nell’avvicinarsi della Pasqua e ti lascio i miei sinceri auguri di trascorrere questi giorni di speranza in serenità con i tuoi cari

    20 aprile 2011 alle 17:44

  7. ReS

    Ciao Vito,
    bella questa evocazione in cui hai saputo immedesimarti scandagliando a fondo le sensazioni di Gesù…
    Proprio nella fragilità che accomuna Cristo al semplice uomo vediamo il compimento dell’incarnazione…..ma non dimentichiamo che il messaggio della Crocefissione è che l’uomo può vincere la croce.
    Nella’attesa della Pasqua di resurrezione lascio a te e famiglia i miei più vivi auguri di serenità. ReS

    20 aprile 2011 alle 19:57

  8. Anche io ho riletto più volte il tuo scritto.
    Molto profondo e toccante.
    Volevo farti i miei più sinceri auguri per una Buona Pasqua, a te e alla tua famiglia.
    Anche se magari ci risentiremo……
    Buona giornata,
    Luciana

    21 aprile 2011 alle 07:08

  9. Monica

    Meraviglioso tuo scritto Vito…ti auguro di passare felice Pasqua con tuoi cari…con simpatia Monica

    21 aprile 2011 alle 09:19

  10. Hai evocato il dramma della Passione con straordinario realismo…bravo Vito, sempre emozionanti i tuoi scritti, ti lascio un caro saluto e un abbraccio

    21 aprile 2011 alle 09:22

  11. pandapocahontas

    Grazie Vito, questo video sembra sottolineare le tue parole…

    Un abbraccio.

    21 aprile 2011 alle 15:24

  12. hai la starordinaria capacità di raccontare i fatti come se chi legge le stesse vivendo…con(quasi) le stesse emozioni … … vito, vi auguro che la santa pasqua vi porti ogni bene…. è sempre un piacere leggerti… a presto ciao.

    21 aprile 2011 alle 16:19

  13. Fratellone mi hai fatto venire i brividi, che emozioni trasmettono le tue parole così vive…
    Un salutone e buon fine settimana con tanti auguroni di una serena Pasqua per te e famiglia. Ciao, pat

    21 aprile 2011 alle 19:36

  14. lucetta

    Un pezzo per meditare!!!!
    Siamo dei salvati eppure non riusciamo a gioire di questa grande verità.
    Buona Pasqua di Resurrezione, caro Vito.

    21 aprile 2011 alle 19:50

  15. Buona Pasqua, caro Vito, un abbraccio!

    22 aprile 2011 alle 09:50

  16. Buona Pasqua!
    Un abbraccio!!

    22 aprile 2011 alle 11:51

  17. MarcoHypno & Angy

    Pasqua al profumo di pesco,
    le uova argentate riposte nel cesto,
    la dolce colomba con scaglie di riso
    e sul viso dei bimbi un grande sorriso.

    Per tutti un momento di pace
    nelle chiese un mistero che tace,
    un evento che si ripete ogni anno
    anche per coloro che fede non anno.

    Il cioccolato la fa da padrona,
    mentre la nonna seduta in poltrona,
    ammira la festa nel suo casolare
    con la famiglia riunita a pranzare.

    Giorno di festa per il Cristo risorto,
    l’ulivo e la palma ne fanno da volto,
    regalo a sorpresa per ogni bambino
    nell’uovo che avrà, anche il più biricchino.

    Buona Pasqua cara e dolce amica a te e famiglia,
    un forte abbraccione e un kissone da Marco & Angela

    22 aprile 2011 alle 15:22

  18. Francesca

    Toccanti come sempre le tue parole.
    Buona Pasqua Vito, a te e famiglia.

    22 aprile 2011 alle 16:41

  19. Sei riuscito a raccontare la drammatica passione di Nostro Signore Gesù Cristo con tanto amore trasmettendo con intensità tante emozioni. Bravissimo Vito ! Auguro a te e ai tuoi cari una serena e gioiosa Pasqua di resurrezione.
    Con sincera amicizia.

    23 aprile 2011 alle 06:05

  20. Buona Pasqua da Tiziano.
    🙂

    23 aprile 2011 alle 11:13

  21. Ciao Vito.. ti auguro una splendida serata e una buona pasqua e felice pasquetta… baci…

    23 aprile 2011 alle 18:18

  22. un augurio di cuore per una Vuona Pasqua e te e alla tua famiglia
    un abbraccio …ciao Vito

    23 aprile 2011 alle 18:46

  23. massi64

    Come sempre non smetterei mai di leggerti …..
    Dolcissima Pasqua per te e famiglia ….
    un grandissimo abbraccio ….

    23 aprile 2011 alle 19:54

  24. Monica

    Buona Pasqua a te e tutti tuoi cari Vito:))

    24 aprile 2011 alle 08:12

  25. MarcoHypno & Angy

    Ciao carissima,ti auguro un felice e sereno
    fine settimana in allegria.Un forte abbraccio
    da Marco & Angela

    29 aprile 2011 alle 15:53

  26. Monica

    Grazie mille di tuoi complimenti Vito,sono contenta che quadro ti ha trasmesso la malinconia nello sguardo della ragazza…Buona giornata,un sorriso:)))

    4 maggio 2011 alle 08:06

  27. Ciao Vito ti ringrazio del commento su “I Sòrdi!Però ti prego di rileggerla perché ho aggiunto l’ultima parte…con l’occasione debbo dirti che questa tua passione su Cristol’hai descritta come il quadro stesso che la immortala.
    grazie Vito sei almeno rispetto a me un vero genio…ti lascio augurandoti una buona notte e a presto, ciao Pietro

    12 luglio 2011 alle 20:24

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...