Just another WordPress.com site

PASSEGGIANDO VERSO LA SERA

 

 

 

 

 

In un giocar vespertino s’inebria del dì la luce, che adagio si acquieta, curiosando discreta tra le antiche storie d’un mormorar di foglie e facendo lor dono d’un tepor di carezze, di soffuso chiarore ne accende i contorni. Sospinte dal flebile sospirar di vento leggero, come sciolti pensieri d’infantil innocenza, lente s’avvian candide tele a tuffarsi in un ponente dipinto di primavera, tra i colori del tramontare, figli sparsi d’un iride che desta stupore, in attesa del piovigginar gentile, che li riunisca in semiarco in un sospirato abbraccio. Par quasi rapito lo sguardo tuo, smarrito per un istante nell’echeggiar dei nostri passi che si perdono nel tardo meriggio, mentre l’aria, dolce di risvegli, spalma sensazioni di appartenenza, nei cuori già colmi d’amore e la mia mano si consegna alla tua, unendo le nostre due ombre, che paiono anch’esse d’amor nutrite. Rinnovato vigore s’origlia nell’aria, ancor attraversata da scie di frescure che son l’ultimo dono d’una stagione che ha vissuto la gravidanza d’una terra assopita, mentre, varcando mesta l’ultimo tramonto d’un acceso orizzonte, trasforma le sue lacrime d’addio in marzoline rugiade, specchi di vanità per i riflessi di nuove aurore. Volgi verso di me il sorriso e mi perdo nel tuo guardare, due piccoli varchi che s’aprono ad immensità senza un limitare son gli occhi tuoi, florida valle dove l’estasi prende vita nel fondersi della luce dell’animo tuo con gli ultimi sprazzi che rosseggiano un lembo di cielo, e nobil dimora m’appari, ove mistico l’amor risiede. Par divenir geloso il tempo, quando vedendoci insieme, alimenta il suo scorrere con vigor di lampo, e già le ombre s’avviano a rincasare, mentre l’alto s’appresta a scenografare un nuovo luccicar d’incanto. Lenta scende la sera, come uno scivolar di passo di candida vestale che premura presta a non infrangere il religioso silenzio del tempio, mentre alla sacra fonte s’avvia ad oracolare. Mi offri un abbraccio a mitigar frescura e del suo tepore mi nutro, mentre la luna illumina i nostri sogni che si elevano in cielo, a cucire con il filo dell’amore, il pulsar d’una nuova stella e tutto, di noi divien cornice.

Vito


 

 

Licenza Creative Commons
“PASSEGGIANDO VERSO LA SERA”  by Vito Montalbò  is licensed under a

Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 2.5 Italia License.

Dal 2000 in base alla legge 248: “….tutti i testi che vengono pubblicati in internet sono automaticamente  protetti dal diritto d’autore. L’art. 6 della legge 633/41  stabilisce che  ogni opera appartiene , moralmente ed economicamente, a chi l’ha creata ..  Pertanto e’ illegale (legge 22 aprile 1941, N° 633- legge 18 agosto 2000,  N° 248, copiare, riprodurre ( anche in altri formati o supporti diversi),  pubblicare parte di essi se non dietro esplicita autorizzazione.. La violazione di tali norme comporta sanzioni anche penali… “ L’autore scrivente: Vito Montalbò intende avvalersi di tale legge per eventuali furti di poesie, o starlci di esse, pubblicate
Annunci

24 Risposte

  1. Bravo…hai mai pensato di far cantare da un soprano le tue parole?
    Un’opera lirica.ecco si….sarebbe bellissimo, non trovi?
    ci son parole d’altri tempi, usate in sintonia col quieto cuore….
    son convinta che ….potresti avere un grande successo!!!!
    un abbraccio con super amicizia…Tiè!!!!
    vento

    11 aprile 2011 alle 19:14

    • …e brava, ma boia de! e tu m’ha fregato, maremma ruspantina, e tu t’ha messo il super…. ma il tiè è il sonoro del gesto dell’ombrello? ahahahahahaha grazie Ivana, troppo buona, e tu mi fai esaltare e poi faccio la rota come un pavone….. ahahahah scherzooooo oh! che vita….. buona giornataaaa, con ……………iper amicizia (aritiè!!!) Vito

      12 aprile 2011 alle 11:26

      • Vito…non è il gesto a ombrello…
        io sono abbastanza schietta da mandartici a parole!!! il tiè è inteso come …tiè, becca questa e porta a casa!!!
        però pensaci a questa cosa…all’opera…se si realizza il biglietto omaggio lo voglio!!!!
        e che …diamine!!!!
        saluta la tu moglie….che donna a sopportà un omo che fa una vita da Vito nella vitigna…
        ti ricordi la lupa????? :-))))
        ciao Caro!!!

        12 aprile 2011 alle 12:45

      • ..a proposito….ma te sei sempre d’accordo con tutto?????..in generale dico!
        hahahhah 🙂 Riflettici!!

        12 aprile 2011 alle 12:46

    • ……e son d’accordo con te ahahahahahah
      scherzo naturalmente come pure scherzavo quando ti parlavo del gesto dell’ombrello….. naturalmente non si può essere certo d’accordo con tutto e poi …….tutto neanche lo conosco……. ahahahahah. Quando si parla di sentimenti, quando leggo quello che viene dettato dai sentimenti, difficilmente non si può essere d’accordo. Cerco di non parlar mai di politica, li si che ci sarebbe motivo di disaccordo, ma non lo faccio perchè la politica, quella di oggi, indipendentemente dagli schieramenti, mi da la nausea.
      Inoltre difficilmente mi avvio in discorsi filosofici ma solo per un mio limite culturale. E ora ti lascio perchè dobbiamo andare a prenotare la sala perchè quest’anno, a Settembre, la mi moglie son 25 anni che mi sopporta ……. ciaooooo Un abbraccio, con amicizia, Vito

      12 aprile 2011 alle 14:34

  2. E’ un incanto la lettura di questa tua magnifica creatura, ti sembra quasi di passeggiar nel tramonto della sera e assaporare le emozioni che scaturiscono da pareole piene di sentimento, ma si rimane anche un pò gelosi chissà a chi è dedicato tanto amore.
    Bellissima anche la grafica come sempre.
    Buona serata

    11 aprile 2011 alle 19:41

  3. lucetta

    Anche una semplice passeggiata riesce a suscitare in te una miriade di sentimenti ed emozionie ti spinge a scrivere dei capolavori. Sei bravissimo Vito.

    11 aprile 2011 alle 19:47

  4. Complimenti Vito sei riuscito a dipingere un quadro bellissimo. In questa cornice vi si trovano poesia emozione, tenerezza, passione, gioia, amore….! E’ un dipinto primaverile meraviglioso !
    Ciao, buona serata e buon inizio di settimana.

    11 aprile 2011 alle 19:59

  5. ReS

    Le parole che si susseguono musicalmente sono state scritte con un impegno interpretativo che rivela una notevole vibrazione emotiva interiore… I sentimenti si sgranano per caricarsi di tenera luce…..una bellissima scena idillica….

    Un caro saluto da ReS. Alla prossima!

    11 aprile 2011 alle 20:19

  6. e sono proprio cosi’ certe sere di primavere
    preludio d’estate … colori caldi ma non ancora sgargianti come lo sono i colori estivi … quel senso di dolcezza che accarezza il cuore … e trascorrerle con accanto chi ami … beh credo non ci sia nulla di piu’ bello …
    un abbraccio poeta del cuore ..
    notte serena

    elisa

    11 aprile 2011 alle 20:24

  7. ascutta

    Vito: letta, e riletta, “il pulsar d’una nuova stella e tutto, di noi divien cornice” cosi e la vita, in una cornice D’Amore la dove senza parole solo con lo sguardo cuori rapiti si lasciano condurre mano nella mano
    in una sola anima…Bravissimo mi piace…Buona giornata ciaoooo

    12 aprile 2011 alle 04:14

  8. Riesci sempre ad esprimere emozioni e sentimenti, in un modo fantastico.
    Bravo Vito.
    E grazie per la compagnia che ci tieni.
    Buon martedì,
    Luciana

    12 aprile 2011 alle 06:55

  9. Quanto adoro fratellone il tuo modo di scrivere, mi affascina sempre di più, è splendido. Mi hai donato serenità. Ciao, un salutone, Pat

    12 aprile 2011 alle 09:05

  10. Ho potuto immaginare la passeggiata, nei miei occhi ho ancora la luce del tramonto…..

    Sono in sintonia con semprevento che ti invita a farne canto lirico.
    Il leggerti è sempre EMOZIONE!
    Un abbraccio con amicizia ^_^

    12 aprile 2011 alle 10:49

  11. Sabrina

    Amore allo stato puro, dove anche una “semplice” passeggiata si trasforma in una romantica melodia!
    Un grande abbraccio e complimenti sempre!
    Con affetto e amicizia, Sabry

    P.S.Mica male l’ idea che ho letto da un’ amica, che consiglia di trasformarla in opera lirica!!

    12 aprile 2011 alle 10:55

  12. E’stupenda l’immagine di questo amore alla luce magica del tramonto…il tempo e lo spazio fanno da cornice e guardano estasiati, quasi gelosi, il miracolo di due anime che si fondono in un eterno abbraccio…Vito, da grandissimo artista hai fermato per noi un attimo d’eternità e lo hai ritratto con i colori delicati della poesia. Complimenti e grazie di cuore per avermi emozionato ancora una volta.

    12 aprile 2011 alle 17:26

  13. Ci tenevo tanto a passare a trovarti e a ringraziarti delle tue visite! Buon pomeriggio caro Vito.

    13 aprile 2011 alle 15:07

  14. Ciao caro Vito,ho appena visto che avevi pubblicato un pezzo nuovo…ed eccomi …
    Quanto mi piace la frase:
    mentre la luna illumina i nostri sogni …inizia a pulsare una nuova stella….
    Mica è da tutti avere un amico poetaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!
    Ne sono fieraaaaaaa!!!!
    Sempre con super-sincera-amicizia ti lascio il mio saluto.

    14 aprile 2011 alle 06:22

  15. Francesca

    Troppi i commenti da leggere e purtroppo, per mancanza di tempo, devo sorvolarli. Che bello, Vito, che così tanti amici leggano i tuoi pensieri e li apprezzino!
    Anche questo scritto è un quadro antico con una scena d’amore quasi fuori del tempo che porta l’impronta inconfondibile di un “pennello” che conosciamo bene 🙂
    Ma quanto sono belle e rinfrescanti quelle “marzoline rugiade”! E poi il finale “tutto di noi divien cornice”.
    Un sogno!

    14 aprile 2011 alle 12:25

  16. Ma quanto è bello ciò che scrivi!!! …cos’ ben scritto…parole così scelte …ma come fai? E’ sempre un’incantevole emozione leggerti!!! Ti abbraccio amico mio! Laura

    14 aprile 2011 alle 17:26

  17. Ciao Vito, passavo per lasciarti i miei cari saluti ma anche il tuo componimento non è malaccio! eh eh eh, davvero bello, trovi sempre le parole giuste per descrivere aspetti dei sentimenti e delle situazioni come esse avvengono che si riesce a viverle e a toccarle quasi con mano.

    16 aprile 2011 alle 16:16

  18. Ciao Vito.. come sempre ottima descrizione di una tramonto, leggendoti sembra quasi ke si materializzi davanti ai miei occhi (ma sono le 21.44, quindi è solo immaginazione)..
    buon sabato e buona domenica.. baci!

    16 aprile 2011 alle 19:45

  19. ciao Vito come sempre editi parole che hanno nel loro dire un emozione a non finire,ma sai che giorno è oggi o te ne sei dimenticato?…
    t’aspettano le elezioni sì ma quelle particolari 😉
    Buon proseguimento di giornata
    Massimo

    17 aprile 2011 alle 13:29

  20. buona giornata vito!

    19 aprile 2011 alle 05:18

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...