Just another WordPress.com site

LA DAMA DELL’AURORA

In occasione di San Valentino volevo scrivere una poesia, ma mi è venuta in mente l’idea di scrivere invece, un racconto che ha sempre per tema l’amore, ma nella forma di una fiaba moderna e fantasy nello stesso tempo. Spero avrete la pazienza di leggerla tutta anche perchè è un po più lunga dei soliti miei racconti.

Seduto ai margini di una notte che lenta s’avvia a ceder passo ad un lieve chiaror di sorgenza, fisso a mirar l’orizzonte, un uomo, perduto nella malinconia di un’assenza, si nutre di pensieri e dell’echeggiar di marosi. Indirizzo più non trova, il suo palpitar d’amore, restando così a girovagar senza meta, tra l’apparire di tanti perché, indecifrabili colossi di sale che vivono l’attesa d’esser sciolti, da una pioggia che par non voler cedere alle lusinghe d’un supplicar d’arsura che costeggia ormai i pressi del suo cuore. China il capo quasi a cercar lettura nell’animo suo, ma un fitto vagabondar di nubi, figlie dell’essenza del suo dolore, paiono barriera ardua da superare, fantasmi muti che si eclissano al guardare senza prima aver ceduto il passo ad altri loro stessi. Sembrano proiettarsi nell’imminente albeggiare, i suoi mesti pensieri, fa molto male vedere il viso di lei, così nitidamente padrone della sua mente,  un volto prelevato dalla nebbia di un mattino che gli ha lasciato in cambio un cuscino vuoto ancor nutrito dal suo profumo. Sono tante le spine che continuano a pungere il suo cuore e anche se son figlie d’un ramo di rosa, le loro ferite sono un doloroso stillar di sangue. Strane nuvole attraversano un cielo che sempre più luce dona al dì che nasce, un volar di angeli pare, che incorporei si vestono dei riflessi d’un sole ancor celato al guardare, ma che lento ascende al primo apparire. Una dolce musica che sembra giungere da tempi lontani, accarezzandogli l’udire, lo avvolge, è quasi un flebile concertar di canto senza parole, di giovani fanciulle abili nel ricamar suoni con il nobile filo dell’amore e che par nutrire anche le più flebili speranze. Tale è la sua schiavitù dallo stupore, da non accorgersi che quella che agli occhi pareva una nuvola, ora è sospesa dinanzi alla sua incredulità. Quasi fosse un ologramma proiettato su di un telo di foschia, una donna la cui bellezza era figlia di un albeggiar di primavera, illuminò il suo volto con un sorriso che pareva lo stesso nascere del giorno, luminoso ma lieve, quasi fosse la culla della serenità. Non riusciva a capire quale fosse il sentimento che regnava in lui e quando udì una voce che era il fondere di echi di suadenti zefiri, con la soave essenza d’un canto leggero, gli sembrò di essere ai confini del sogno: “non temere di liberarti dall’incredulità, io sono figlia della speranza che nutre i sogni, il mio nome è ormai dimenticato, ma già nelle antiche storie mi conoscevano come la dama dell’aurora”. Mentre parlava, un velo trasparente pareva coprirgli le spalle, aveva gli stessi riflessi delle acque del mare, quando diventano lo specchiare del chiarore del mattino. “Vedo il tuo cuore, d’amore ferito, vagare cieco tra le vie del dolore, schiavo ancor della mente che impone ragione come chiave d’un sentimento. Altre strade percorre l’amore, un cammino alieno a quel razionale che spesso diviene specchio di un’apparire e che deforma l’essenza, trasformandosi così, in patema”. Un vento leggero, gli mosse un po’ il velo sulle spalle, liberando da esso un irradiar di riflessi di sole, che fastidio non recavano al guardare. “Non cedere allo sconforto, da quello stesso orizzonte che ha visto svanir la nave, la vedrai riapparire. Motivo del viaggio non chiedere, lei ha sempre ambito alla rada del tuo cuore e il faro del tuo amore, anche se schiaffeggiato da onde di tempesta, non ha mai smesso di fendere le ombre”. Il più bel sorriso che avesse mai visto, seguì lo sguardo della dama oltre le sue spalle e come inondato da una incomprensibile certezza, si girò di scatto a guardare. Non riusciva a crederci, il suo amore era lì, bella come il sole che ora colorava l’albeggio, la vide che piangendo, bagnava il suo sorriso. Senti salire forte dal suo petto, un perché?, ma ancora riecheggiavano nella sua mente le parole della dama: “…..motivo del viaggio non chiedere……”, si lanciò in un abbraccio senza fine. Rubando un attimo a quella felicità, si girò verso la dama dell’aurora, ma non vide nulla, sembrava svanita nell’aria. Si stava facendo largo in lui, la convinzione che fosse stato tutto un sogno, quando vide impigliato in una roccia,  il velo dai riflessi di mare, che lento si dissolveva. In preda ad un groviglio di emozioni, pianse una nuova lacrima che lei non vide, mentre insieme, felici si avviavano incontro al futuro e alle loro spalle, la stella del mattino si arrendeva ad un sole ormai assiso sull’orizzonte.

Vito

 

Licenza Creative Commons
La Dama dell’aurora by Vito Montalbò  is licensed under a

Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 2.5 Italia License.

Dal 2000 in base alla legge 248:
“….tutti i testi che vengono pubblicati in internet sono automaticamente  protetti dal diritto d’autore.
L’art. 6 della legge 633/41  stabilisce che  ogni opera appartiene , moralmente ed economicamente, a chi l’ha
creata ..  Pertanto e’ illegale (legge 22 aprile 1941, N° 633- legge 18 agosto 2000,  N° 248, copiare, riprodurre
( anche in altri formati o supporti diversi),  pubblicare parte di essi se non dietro esplicita autorizzazione..
La violazione di tali norme comporta sanzioni anche penali… “
L’autore scrivente: Vito Montalbò intende avvalersi di tale legge per eventuali furti di poesie, o starlci di esse, pubblicate

 

Annunci

37 Risposte

  1. silvia in fondo al cuore

    Quanta dolcezza caro amico…..sei davvero molto bravo, complimenti…..è un racconto stupendo, mai perdere la speranza. Un abbraccio, ti auguro un sereno fine settimana!

    11 febbraio 2011 alle 16:15

  2. Gian Franco

    Stupenda davvero complimenti, nn trovo parole
    un affettuoso saluto ciaooo

    11 febbraio 2011 alle 16:21

  3. Dolcissimo e splendido racconto… è sempre un piacere leggerti…
    Buon fine settimana Vito… un abbraccio…

    11 febbraio 2011 alle 17:14

  4. ReS

    Sai Vito….in genere, mentre leggo i tuoi brani poetici si forma nella mia mente un quadro dalle tonalità delicate perchè sai dipingere i sentimenti con l’arte del poeta/pittore…allora i sentimenti diventano colore….ogni elemento del brano è immerso in una atmosfera che assorbe le emozioni e ne rimanda la eco, con un risultato che sa di magia….
    Hai un concetto dell’amore sempre puro e romantico e questa dolce elaborazione ne è l’ennesima prova…
    S.Valentino ne sarà onorato.
    Ti auguro una felice serata. ReS

    11 febbraio 2011 alle 17:42

  5. Tutta la purezza del vero amore sboccia nel tuo racconto con i colori tenui dell’aurora…in un crescendo musicale di emozioni.Complimenti, Vito, il tuo è un meraviglioso omaggio a tutti gli innamorati.
    Ti auguro un dolce e sereno weekend

    11 febbraio 2011 alle 18:31

  6. Tutta la dolcezza del vero amore regna in questo racconto molto romantico , un genere che amo molto , complimenti Vito un bell’omaggio all’amore ciao buon fine settimana

    11 febbraio 2011 alle 18:35

  7. massi64

    Leggerti è sempre bellissimo ….
    buon fine settimana
    un abbraccio …

    11 febbraio 2011 alle 18:50

  8. lucetta

    Che dire…che non ti ho già detto? Sei sempre tu, un poeta e sembri appartenere ad una categoria di uomini d’altri tempi.
    Grazie e buon San Valentino.

    11 febbraio 2011 alle 19:58

  9. Complimenti Vito, una bella favola per la festa degli innamorati e come tutte le favole anche questa non poteva non finire col trionfo dell’amore !
    Ciao, buona serata, buon fine settimana e…
    buon San Valentino.

    11 febbraio 2011 alle 20:27

  10. Quando ricevo l’avviso che l’amico Vito ha pubblicato un nuovo articolo corro a leggere,sì perchè come sempre è un grande piacere….
    Questo inno all’amore è il miglior modo x ricordare la feste di chi si ama!!!!!
    Grazie,con sincera amicizia Franca.

    11 febbraio 2011 alle 20:34

  11. Barbara

    Ciao Vito.. come sempre ti leggo tutto d’un fiato e alla fine si fa fatica a riprendere fiato tante sono le emozioni che susciti in chi ti legge… ti auguro uno splendido S.Valentino con la tua fantastica consorte… buon week-end e buona serata… baci!!!

    11 febbraio 2011 alle 20:38

  12. Wow…. ma è una poesia Vito caro!
    Direi un sonetto di quelli pregiati…. in due capitoli. Scritto meravigliosamente per essere tale!
    Un delitto annoverarlo fra i racconti per la sua musicalità tipicamente poetica e molto armoniosa!
    Mettila in versi caro amico…. è semplicemente bellissima per non dire…. unica!
    Dolce notte Vito.
    Ti lascio un bacino e il mio augurio non solo di Buon WE…. ma anche di un ottimo San Valentino!
    Ciaoooooooooooooooo

    11 febbraio 2011 alle 21:00

  13. STUPENDA……..dolcissimo poema per gli innamorati

    11 febbraio 2011 alle 21:44

  14. Aurora Blu

    Meraviglioso questo scritto…complimeni!!!
    Ti lascio un caro saluto e ti auguro sereno weekend e felice S.Valentino:)))

    12 febbraio 2011 alle 17:33

  15. Fratellone, il tuo racconto è semplicemente splendido. Quanta dolcezza, quanta bellezza è racchiusa nelle tue parole. L’ho letto tutto d’un fiato e più volte ho iniziato di nuovo a rileggerlo da tanto è bello. Bravo, bravo e ancora bravo per questo splendore. Un abbraccio, Pat

    12 febbraio 2011 alle 19:56

  16. Complimenti per questo tuo nuovo lavoro, anche per S.Valentino potrebbe essere dedicata alla persona che si ama, perchè l’aurora ha sempre la bellezza di una donna che l’amore dona una luce particolare .
    Ti auguro un sereno weekend con le persone a te care.
    Silvia

    12 febbraio 2011 alle 21:07

  17. Direi perfetta
    oer un san valentino da trascorrere
    fra dolcezza e romanticismo …

    sai ..penso piacerebbe anche alla nstra
    amica Bab … è talmente pervasa di dolcezza
    che pèuo’ leggerla e sognare anche una signorinella della sua eta .,.
    un abbraccio … e serena domenica e soprattutto un san valentino da ricordare e da portare nel cuore …

    elisa

    12 febbraio 2011 alle 22:55

    • Ciao Elisa, ti ringrazio, sai ci avevo pensato, ma dopo le tue parole mi sono deciso a pubblicarla anche nel sito di Bab, …..l’ho appena fatto.
      Serena domenica e buon San Valentino, con amicizia, Vito

      13 febbraio 2011 alle 10:30

  18. Tu Vito, riesci a rendere 1 lunga prosa, come fosse leggiadra poesia ed a darle quella leggerezza propria solo dei versi, ke si riescono a leggere tutto di 1 fiato, xkè sgorgati da 1 animo gentile !!!
    Voglio lasciarti quì così, il mio augurio di 1 San Valentino da condividere felicemente con ki ami… con tanto affetto, amico mio
    Fiore-SanRemo

    12 febbraio 2011 alle 23:41

  19. Sempre un alba d’amore nel tuo cuore, vero?
    Tanti auguri per questo bellissimo sentimento che ti accompagna sempre fresco e avvolgente

    13 febbraio 2011 alle 08:00

  20. davvero dolcissima questa poesia , un vero inno all’ amore , ti auguro una buona domenica e un buon san Valentino , con amicizia

    13 febbraio 2011 alle 10:37

  21. Ringrazio tutti, spero solo di continuare sempre ad aver la fortuna di poter leggere queste emozioni nel mio animo, in maniera talmente nitida, che riportarle per iscritto diventa una cosa naturale.
    Un buon San Valentino a tutti voi e a chi passerà da queste parti.
    Con amicizia, Vito

    13 febbraio 2011 alle 10:37

  22. Sabrina

    E’ un sogno ad occhi aperti..
    che si realizza!!
    La speranza non la si deve mai perdere!
    Me lo ricordi sempre, ora anche qui in questo bellissimo racconto!
    C’ è tutto quello che più adoro:
    amore, poesia, fantasy!
    Bravo Vito!
    Un abbraccio, con affetto!
    Sabry

    13 febbraio 2011 alle 17:48

  23. MarcoHypno & Angy

    Ciao caro Vito,un abbraccio augurandoti un felice inizio di settimana e uno
    splendido San Valentino by Marco & Angy

    14 febbraio 2011 alle 00:36

  24. Grazie per il regalo grafico..l’ ho inserito nella pagina dei doni!
    Buon San Valentino a te e Vincenza!!
    Con affetto, Sabry

    14 febbraio 2011 alle 11:54

  25. Sono senza parole Vito…
    E’ eplendido…
    Tutto!
    Dalla grafica alle tue parole…
    Dolce San Valentino a te!
    Marty

    14 febbraio 2011 alle 18:52

  26. Un crescendo di emozioni seppur
    articolate espressivamente, coinvolgono
    il lettore per la sua romanticità
    e la sua meticolosa ricercatezza
    descrittiva, che avvalora dentro la sua
    cornice un dipinto d’autore.

    Buona Serata Vito.

    14 febbraio 2011 alle 22:39

  27. Come Patrizia, l’ho letta anch’io più volte!. L’ho anche letta da Bab, sei sempre un maestro e questo è davvero un’inno all’amore come ha scritto Carmen. Bravissimo, non ci sono altre parole. Buona serata 😉
    Lara

    15 febbraio 2011 alle 15:42

  28. ciao Vito scusami se non sono molto presente nel ricambiare le tue visite…leggo volentieri i tuoi commenti e mi piace come stai impostando anche qui il tuo blog ciao e buona serata

    15 febbraio 2011 alle 16:31

  29. senti Vito…che ti devo dire????
    un si pole fa di meglio!!!
    Sei bravo bravissimo …speciale e spetta’olare!
    maremma zucchina….
    sei come un libro…si legge ..si tiene caro..e poi si rilegge….sempre.
    un bacio
    con amicizia
    vento………………….(boia dè)

    16 febbraio 2011 alle 10:28

  30. Ciao caro Vito, sì, è davvero 1 bella notizia quella ke ho postato la scorsa notte da me ed è 1 raggio di speranza, tra tante brutture !!!
    Al tuo commento nei 2 post precedenti, avevo risposto in loco !
    Sono stata obbligata a piegarmi a WP x salvare il mio vekkio blog WLS, ma come ho scritto stanotte in “Ciao Mondo”, il mio primo & ultimo post quì così, stò trovando moltissime difficoltà anke solo x cercare di rimettere a posto la scrittura nei miei post, ke è risultata tutta incasinata (BOH ?!) e pure nel tentare di scriverne 1 nuovo… aiutooo !!!
    Ma come si definiscono la grandezza & lo stile della scrittura nella modalità “Modifica” di questo blogging del cavolo ?! E il colore del titolo e del resto non scritto da me ?! C’è veramente da impazzireee… aaargh !!!
    Intanto ti lascio 1 forte abbraccio, prima ke mi portino in manicomio… eh eh eh !!!
    Alla prox.
    Fiore-SanRemo
    P.S. = Altra cosa ke mi fà diventare matta è ‘sto Festival del cavolo… sapessi il casino ke c’è quà !!!

    18 febbraio 2011 alle 03:56

  31. Ciao Vito anche se in ritardo ho letto fino in fondo il tuo splendido racconto, ricco di emozioni e bellissime immagini. L’aurora è un momento che ci ispira sempre, forse per la sua brevità, forse per la delicatezza dei suoi colori ,emoziona e si presta ad emozionare. Un abbraccio sincero Maria

    18 febbraio 2011 alle 20:09

  32. Caro Vito, come vedi, arrivo a te in una delle mie notti insonni. Ho letto il tuo racconto con molta attenzione , certa che ad attendermi ci sarebbe stato un mondo di sorprese e meraviglia e in questa mia aspettativa, non mi hai delusa. Voglio poi anche sottolineare, che il racconto, pur nel suo fantasioso svoglersi, reca con se un insegnamento che è quello di non perdere mai la speranza di trovare o ritrovare l’amore.
    Lo hai scritto, caro Vito : la speranza nutre i sogni!! ed è con questa speranza, che faccio ritorno da questo viaggio fantastico, quasi surreale, piena di una nuova consapevolezza: L’amore è il prodigio più grande.
    Buona notte amico caro, un abbraccio d’amicizia e pensieri di stima.:-)

    19 febbraio 2011 alle 01:07

  33. MarcoHypno & Angy

    Ciao Vito,ti auguro una dolce notte
    e una magnifica Domenica di relax.
    Un forte abbraccio by Marco & Angela

    20 febbraio 2011 alle 00:57

  34. buona serata
    Martine

    20 febbraio 2011 alle 18:41

  35. oooooooooo…mamma mia.,!!!!!!!!!!!
    era un pò che non ti leggevo ma devo dire che ti superi ogni qual volta apro il tuo libro.
    sei favolosooooooooooo..e l’amore lo descrivi con saggezza e delicatezza.
    quanto grande è l’amore!!!!!!!!..riesce entrare in ogni luogo e sentimento + profondo…quale è.
    grazie sempre…………….mamy

    23 febbraio 2011 alle 14:15

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...