Just another WordPress.com site

LA VALLE DEGLI ARCOBALENI

Vorrei riproporre un mio piccolo racconto fantasy, scritto qualche mese fa.
é un genere che mi piace, perchè permette di spaziare con la fantasia, un
po come dare voce al bambino che è in noi. E’ un brano che in seguito
voglio ampliare e rendere più completo
 
 

 
 
 
Immerso in un velo di nebbia che ovattava l’udire, diritto
procedeva il sentiero, che origine pareva avere nel mondo dei
sogni, ove, assisa su di un trono di nuvole, al ciel rapite, la
regina dal sorriso di sole, nata dall’amore tra l’innocenza e lo
stupore,  impugna con fiera regalità, lo scettro della fantasia.
Immobile tra le luci del risveglio, il leggendario cercatore, la
cui fama aleggiava in tutti in cantoni del mondo, osservava tra
le sue mani, la sacra pergamena, sulla quale, con il fuoco che
illuminava la dimora del fato, era marchiata la via che portava
alla valle della suprema emozione.
Non senza il tremito di un ancestrale timore, inoltra il suo
cammino tra le tetre ombre della foresta degli oscuri lamenti,
dove i dolori di tutti gli uomini, prendevano corpo in uno
straziante coro, che cercava di ghermire le menti.
Si narrava, che persino la signora morte, attraversandola,
rimase turbata da tale strazio, che l’inferno, in terra pareva
aver preso dimora.
Da dietro il possente tronco di un albero spoglio, con i nudi
rami rivolti al cielo, ad elemosinare clemenza, un piccolo
gnomo, plasmato dall’attorniante delirio, e che di umano,
vagheggiava fattezze, esclamò con cavernoso timbro: "poco
occorre a rimediar tale orrido udire, è la fiducia in se stessi,
che permette alla luce del cuore, di trionfare sul buio, suo
rivale".
Detto questo, puntò il dito, che ramo pareva, ad indicare la via.
Dopo aver camminato, il tempo che al sole occorre per
spostarsi di uno spicchio, un bosco più rado, con fasci di luce
che attraversavano le chiome di tremolanti foglie, accolse il
suo  sguardo.
Proseguì sereno, anche se, un grande turbamento dimorava
ancora in lui.
Spazi verdi si alternavano si alternavano a secche radure, una
vecchina curva, sorretta da un nodoso bastone, venne
incontro,  gli rivolse un sguardo che, bonario sorrideva al posto
delle sottili labbra, ormai stanche per il peso di tanti anni, tanto
che gli sembrò strano, udire le sue parole: "questo è il bosco
della vita, gioie e dolori germogliano nello stesso prato,
prosegui  il cammino, sulla via che porta lì, dove il sole solleva
lo sguardo,  e lascia che il sogno preceda i tuoi passi".
Detto questo, abbassò il capo e proseguì stancamente, verso il
tepore di un tramonto.
Trascorso la notte, cullato dal fresco alito del vento, l’aurora,
che allargava nel cielo il suo chiarore, lo trovò già in cammino
verso la sua direzione.
Giunto al limitare del bosco della vita, vide un’ampia distesa di
ondeggianti messi di grano, maestose montagne le cui vette,
erano abbracciate da bianche nuvole, sullo sfondo dell’azzurra
immensità.
Un giovane donna dalle candide vesti, lunghi capelli di seta, la
cui bellezza pareva aver ispirato il creato, sembrava attenderlo.
Il cercatore venne assalito da mille emozioni, vide un sorriso
che era, la forza del sole, la magia della luna e la tenerezza di
una piuma nel vento, una tale dolcezza che, per la prima volta,
i cuoi occhi conobbero una lacrima.
Prese la sua mano, tesa verso di lui, e si lasciò guidare.
Arrivati ad una sporgenza le disse: "guarda", si affacciò, si
scoprì che piangeva mille lacrime per la grande commozione.
Decine di arcobaleni erano sospesi nell’aria, migliaia di farfalle
colorate con tonalità mai viste che, battendo le ali emettevano
polvere d’oro, innumerevoli piccole stelle, parevano caldi
diamanti che pulsavano vita.
Fontane sospese, zampillavano dolci nettari, che il più audace
immaginare, non rendeva idea, alati bimbi dai riccioli d’oro,
volavano sulla scia dei loro sorrisi.
Solo allora, si accorse che anche la giovane donna, aveva due
grandi ali, e insieme volavano in alto.
Talmente era lo stupore, da non poter capire, se era la vita che
finiva, o il sogno che continuava.
 
 
Vito
 
 
 
 

La valle degli arcobaleni by Vito Montalbò is licensed under a

Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.

 

Dal 2000 in base alla legge 248:

“….tutti i testi che vengono pubblicati in internet sono automaticamente  protetti dal diritto d’autore. 

 L’art. 6 della legge 633/41  stabilisce che  ogni opera appartiene , moralmente ed economicamente, a chi l’ha

 creata ..  Pertanto e’ illegale (legge 22 aprile 1941, N° 633- legge 18 agosto 2000,  N° 248, copiare, riprodurre

( anche in altri formati o supporti diversi),  pubblicare parte di essi se non dietro esplicita autorizzazione..

La violazione di tali norme comporta sanzioni anche penali… "

L’autore scrivente: Vito Montalbò intende avvalersi di tale legge per eventuali furti di poesie, o starlci di esse, pubblicate

 

 
Annunci

38 Risposte

  1. ALESSANDRO

    ciao caro Vito, io non avevo ancora letto questo tuo racconto, è fantastico, c\’e\’ tanta magia…leggendo sembrava di essere in un bel sogno…doveva essere bellissimo quel piccolo luogo immerso tra gli arcobaleni e con la presenza di quel dolce angelo…complimenti per la grafica che accompagna il tuo testobuon primo aprile e giovedi Santoun abbraccio Alessandro

    1 aprile 2010 alle 19:17

  2. ... Elisachecorrecoilupi

    Magico questo tuo racconto ….credo valga davvero la pena di ampliarlo …è bello lasciar parlare e sognareil bambino che è in noi ….è una delle nostre parti piu\’ vere ….un abbraccio affettuoso…dolce serata …elisa

    1 aprile 2010 alle 19:21

  3. francesca

    SEMPRE MERAVIGLIOSO!!!!!!!!!!!GRANDE FANTASIA ….MA SOPRATTUTTO MOLTO AMORE NEL CONTENUTO !!!!!!!!!!!……TI ABBRACCIO

    1 aprile 2010 alle 19:43

  4. ஜRosa

    un saluto grande ciao vito …bravo come sempre

    1 aprile 2010 alle 19:51

  5. кιмвєяℓу

    Sono tornata ad aggiornare il mio blog, in queste settimane più che molto impegnata con lo studio ero totalmente priva di creatività e fantasia, non riuscivo a creare nulla di decente, ne ad esprimere quello che avevo dentro, così è rimasto tutto fermo. Tu invece hai sempre tanta fantasia e creatività. Scrivi dei bellissimi brani. Buona Pasqua.

    1 aprile 2010 alle 20:22

  6. .

    Mi sono addentrata in un sogno,un mondo d\’incanto che non vorrei più lasciare.Ho un posto in questa stupenda favola?Mi basterebbe essere anche solo un colore di quell\’arcobaleno.Enchantè.

    1 aprile 2010 alle 20:23

  7. MARIA

    che magia carissimo…magico questo posto..che colori.parole ,immagini…..tutto sembra una favola degli anni antichi…grazie per i sentimenti che mi regali ogni volta che ti leggo…sei grande…Ti auguro Buona Pasqua in armonia e serenita per te e la tua famiglia con tutta la mia stima e affettoun abbraccio forte amico

    1 aprile 2010 alle 20:35

  8. giudi

    Basta chiudere gli occhi e si viene trasportati in un mondo fantastico..Come ti ho sempre detto sei un poeta d\’altri tempi caro vito..Complimenti.:-)

    1 aprile 2010 alle 20:44

  9. ReS

    E\’ bellissimo questo racconto….possiedi una notevole fantasia oltre che una grande facilità nell\’ esprimere le sensazioni e i sentimenti… Che dire ancora Vito? ha un intenso senso poetico…..sei un vero poeta anche se ti esprimi in prosa……Ne approfitto per augurarti una serana Pasqua in compagnia dei tuoi cari.A presto. ReS

    1 aprile 2010 alle 21:26

  10. ღ Dolcemente Eterna ღ

    Ci fai tremare insieme a questo coraggioso ricercatore….. Vittissimoooooooooo, altro che fantasia, la tua. Ci fai sognare ad occhi aperti con il finale. Sembra un pellegrino in cerca della valle del\’eden ! Poi che luogo incantevole che è questo luogo magico che lui cercava !! Ma dove la trovi tutta quest\’ispirazione ?????? Che bello, proprio bello. Sai che cosa ? Mi fa pensare a una scenata di film che spesso ci sono alla tv da me, al periodo delle feste di Natale, sulle fate, i boschi incantati, i foletti, i brutti mostracciotoli, proprio questo. Potresti scriver un scenario per un film dedicato ai bambini,visto la grandezza che usi a descrivere ogni particolare. Ed ecco caro il mio amico poeta, stasera ho sognato come noi tutti del resto ! Grazie, sei proprio grandioso sai. Ti abbraccio, forte, forte.

    1 aprile 2010 alle 22:30

  11. Franky

    La tua vena poetica è inesauribile…….bello e particolare,attendo il seguito….Un sincero ed affettuoso saluto da Franca.

    1 aprile 2010 alle 22:42

  12. skay

    Bellissimo e terribile devo ammettere, però è sempre bello volare con la fantasia nei tuoi scritti, questo è particolare, perchè ti prende per mano e ti fa viaggiare attraverso la sofferenza del cuore dell \’uomo verso il sogno o una diversa realtà? dove trovi lo spettacolo meraviglioso di mille arcobaleni che illuminano una nuova e scintillante creazione.La tua grafica sempre spettacolare.Un\’ abbraccio e a presto

    1 aprile 2010 alle 22:48

  13. Ladyfor

    A quando il film? hai trasmesso così bene ogni scena da farcela vedere, complimenti Vituzzo!

    2 aprile 2010 alle 08:00

  14. ☀ஜ☀ Mձr†hձ ☀ஜ☀

    Questo è un sogno mio caro amico…E\’ sempre affascinante e magico ciò che scrivi!Dolce e Santa Pasqua a te e a famiglia!Marty

    2 aprile 2010 alle 08:09

  15. Rebecca

    La fantasia fa scrivere capolavori sono sempre meravigliata dal tuo modo come scrivi, tutti questi complimenti ti meriti mio caro Vito.. sereni giorni di pasqua con amicizia Pif ☀Rebecca

    2 aprile 2010 alle 10:19

  16. Paola

    Hai una fantasia fervida!… è un piacere quando scrivi entrare nella tua casetta!Ne approfitto per augurare a te e alla tua bella famiglia… cari auguri di una serena Pasqua….ci ritroveremo la prossima settimana…Un abbraccio…. forte!Paola

    2 aprile 2010 alle 10:26

  17. Alessandra

    Sei sempre attento e gentile, auguro a Te ed alla tua famiglia una Buona Pasqua, con affetto Alessandra

    3 aprile 2010 alle 13:28

  18. ღ♥ francesca

    Una serena e gioiosa Pasqua con i tuoi cari vitoTanti auguriUn abbracciofrancescaOgni anno Nasci e muori Poi risorgi Cristo Dio padre e figlio Mio fratello Sei qui tra noi Presenza di speranza In mezzo a quest’incendio D’odio infame Di guerre fatte E irrimediabilmente perse. Ma come un fiore Che rinasce sempre Anche là tra le croci In mezzo ai sassi Tra i rovi d’una vita Esasperata Sento il nuovo profumo D’un amore E sul cammino Verso un’altra meta Sembra più tollerabile Il calvario. Luciano Somma

    3 aprile 2010 alle 14:59

  19. lolli

    Potrebbe essere davvero la sceneggiatura per un prodigioso film fantasy! Grazie per le atmosfere dolcissime che crei e ci regali con i tuoi racconti. Buona Pasqua a te ed alla tua famiglia, con amicizia!!!

    3 aprile 2010 alle 16:53

  20. Ąņđŕĕą

    Ciao caro Vito, una serena Pasqua con le persone care anche per te.Un caro salutoAnreaGesùE Gesù rivedeva, oltre il Giordano,campagne sotto il mietitor rimorte,il suo giorno non molto era lontano.E stettero le donne in sulle portedelle case, dicendo: Ave, Profeta!Egli pensava al giorno di sua morte.Egli si assise, all\’ombra d\’una mètadi grano, e disse: Se non è chi celisotterra il seme, non sarà chi mieta.Egli parlava di granai ne\’ Cieli:e voi, fanciulli, intorno lui correstecon nelle teste brune aridi steli.Egli stringeva al seno quelle testebrune; e Cefa parlò: Se costì siedi,temo per l\’inconsutile tua veste;Egli abbracciava i suoi piccoli eredi:-Il figlio Giuda bisbigliò veloce-d\’un ladro, o Rabbi, t\’è costì tra \’piedi:Barabba ha nome il padre suo, che in crocemorirà.- Ma il Profeta, alzando gli occhi-No-, mormorò con l\’ombra nella voce,e prese il bimbo sopra i suoi ginocchi.Giovanni Pascoli

    3 aprile 2010 alle 20:35

  21. Céu

    »ﻶﻉჱﻶﻉ»—«ﻶﻉჱﻶﻉ» Maravilhosa semanaBeijinhos da ……………………………(¯`°v°´¯)……………………………..(_.^._)Céu»ﻶﻉჱﻶﻉ»—«ﻶﻉჱﻶﻉ» FELIZ PÁSCOAPARA TI:http://i39.tinypic.com/359l34z.jpg

    3 aprile 2010 alle 21:45

  22. Harielle

    Chissà se il protagonista non stia entrando nella vera vita, squarciando il velo di Maya che nasconde la realtà delle cose…Molto suggestivo, caro Vito. Buona Pasqua e un abbraccio

    4 aprile 2010 alle 19:59

  23. ღ Portal d'Arte

    Ciao, Caro Vito!Te confermo la iscrizione e il Contest Aprile – Categoria Testo!Grazie milleBuona settimanabacio dolce

    5 aprile 2010 alle 18:53

  24. Perlata Femminilitàღ

    Ciao Vito,come stai?Non mi dire che stai ancora mangiando la pastiera di Vincenza!!:PSpero tu abbia trascorso una serena Pasqua.La mia è stata decisamente rilassante.Un bacio e…..COMPLIMENTI per cio\’ che hai scritto.Si vola davvero sulle ali della fantasia……

    6 aprile 2010 alle 17:44

  25. io...

    Ti chiedo scusa per la mia assenza ma ogni volta che riesco ad entrare nel tuo blog provo un senso di tranquillita bravo Vito mia prima conoscenza qui in questo mondo internettiano grazie.

    7 aprile 2010 alle 06:47

  26. ♣ Ąηηα

    Ciao Mio Caro amico Vito!Ti auguro una serena settimana e un dolce weekendTantti Bacini♣ Ąηηα ♣http://i40.tinypic.com/os4m07.jpg

    7 aprile 2010 alle 15:10

  27. Ąņđŕĕą

    Ciao Vito, ti auguro un felice weekendcon chi ti è caro.Un abbraccioAndreaGIUGNONé speranza, né mutamento! Ci rinserrano le nuvole,e tra le nuvole un torvo sole batte impietososul seno della Città stremata,finché la notte su noi piomba come il ricordo d\’un peccatoche non conosce né sonno né pensieri di pace.Un\’ora dopo l\’altra, un\’arida luna a dispettobrilla nella foschia e con la liquida lucederide il tormento di alberi impassibili.Lontano, mugghia il tuono la sua disperazionealla terra che ne risuona tre volte disseccata. Fulminiguizzano invano. Né offrono aiuto le nuvole ammassate,ma solo un più greve peso d\’aria infuocata.V\’è tregua all\’alba? Guarda, da un cielo dolenteincede il giorno, tiranno dalla spada fiammeggiante!Rudhyar Kipling

    9 aprile 2010 alle 11:16

  28. Carmen

    I tuoi racconti son sempre belli caro Vito… questo lo ricordavo, ma è bellissimo rileggerlo!Un bacione mio caro amico!Carmen

    10 aprile 2010 alle 17:37

  29. mariangela

    …leggerti è sempre un piaceremi son mancati i tuoi raccontimi sa…che ho un po di arretrati ehehUn abbraccio e buona settimana!!___marian_____________________________

    12 aprile 2010 alle 16:43

  30. IT-King Diamond e Joker

    Baciamo le mani Don Vito.

    13 aprile 2010 alle 00:13

  31. giudi

    Sono venuta a salutarti..Un\’abbraccio carissimo

    13 aprile 2010 alle 08:14

  32. M. Vittoria

    Buongiorno Vito ..mi ero persa questo magico e fantastico racconto…splendido quel luogo immerso tra gli arcobaleni e con la presenza di quel dolce angelo…è un capolavoro aspetto di leggere l\’ampliamento. Complimenti!!!! Buona giornata Vito.

    13 aprile 2010 alle 10:24

  33. Lucilla

    ciaooooo carissimooooo è sempre una magia venire qui da tecomplijmentiiiiii come sempreeeeeeun caro saluto

    13 aprile 2010 alle 10:34

  34. ☀ஜ☀ Mձr†hձ ☀ஜ☀

    Il tuo racconto è bellissimo Vito…Mi hai fatto sognare….Grazie!Un bacio,Marty

    14 aprile 2010 alle 05:55

  35. Carmen

    Mi mancano i tuoi post Vito caro…. buonanotte mio dolce amico!Carmen

    15 aprile 2010 alle 01:05

  36. ventodeldeserto

    Sai Vito, stamani pensavo a te e mi dicevo….è un pò che Vituccio non scrive…come mai?mancanza di tempo?mancata ispirazione?riproporre a volte però non significa solo questo….significa ritrovare se stessi….rileggersi e piacersi….e compiacere gli altri..come me….grazie Vito….e poi , sei troppo tenero!un bacio grosso grossovento

    15 aprile 2010 alle 01:22

  37. Rebecca

    Buongiorno mio caro Vito, sono tornata in tempo per leggermi la favola della valle degli arcobaleni, come sempre riesci farmi sognare per un attimo, mi porti via della vita reale.. ti ringrazio di cuore con tanta simpatia e stima e con sincera amicizia Pif ☀Rebecca

    15 aprile 2010 alle 08:14

  38. ADRIANA

    buongiorno vito ,menomale che hai riprosto questo brano.. confesso che me l\’ero perso e sarebbe stato un peccato.. è bellissimo , è bello spaziare nella fantasia .. come al solito mi hai fatto sognare.. sei sempre molto bravo.. ti abbraccio adriana

    15 aprile 2010 alle 09:47

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...