Just another WordPress.com site

IL PESCATORE

Amo tantissimo il mare, ho scritto questo piccolo racconto dedicato
ad una delle figure che mi ha sempre affascinato, quella del pescatore.
 

 
 
 
 
Sospese in muta leggerezza, nell’aria di una notte che sembra
donare sospiri di gelo, prossime brine, aleggiano ammantando
il guardare, mentre, seduto su di un ipnotico dondolare, un
vecchio pescatore, scolpito da decise rughe, colorate da mille
soli,  non riesce a capire se, il caldo abbraccio della cantilena
del mare, sia più forte del dialogare con la propria mente.
Ovattato giunge dal vicino borgo, il flebile vociare di tante vite,
che adagio si avviano ad incontrare un sogno, mentre l’antico
campanile rintocca le ore di un tempo, che lento par camminare,
ma consegna, con fastidiosa celerità, una gioventù che pare
immutabile, nelle mani di una età già in cammino per le strade
che portano al tramonto.
Sembrano ragnatele tessute dal fato, le reti che placide
ondeggiano nel silente mondo di antiche acque, quasi invisibile
inganno, che da secoli si cela, per carpire quell’obolo che il regno
del mare, alba nascente di tutte le vite, dona con alterna
generosità.
Continua a scrutar orizzonti celati dalla notte, il vecchio
pescatore, una lunga attesa figlia di tante altre, mentre la luce di
fuoco della sua sigaretta, a tratti si ravviva, quasi a divenir faro
per i suoi pensieri.
Che bella la volta stellata, ne conosce ogni gemma, remoti
splendori che sembrano tanti riflessi di un unico diamante,
chissà se lassù, da qualche parte, fra i viali che si inoltrano
nell’infinito, vi è un’altro mare, un’altro pescatore, mondi diversi,
ma forse lo  stesso pensare.
Di certo, a quest’ora il suo amore sta già dormendo, forse è lui
che popola il suo sogno, è colto da grande tenerezza quando,
nello schermo della sua mente, la vede, il grigio dei suoi capelli
adagiati sul candido guanciale e l’accenno di un sorriso che non
è schiavo dell’età, si, sta proprio sognando di lui.
Un rumore di acque, plagiate dal suo remare, echeggiando il
dintorno, cinicamente lo distoglie da quell’incanto, tende l’udire
a decifrare il sommesso sussurrare di un respiro di salsedine
variegato, che par semplice brusìo, ma a saperlo ascoltare,
racconta di speranze mai sopite, e ultimi echi di storie, figlie di
tempi passati.
E’ quasi l’ora di tirar su l’abile inganno, paciosa, sospesa nel
cielo, la pallida signora della notte, par profetizzare fortuna, ma
se  anche leggero sarà l’issare, mai verrà meno un rispettoso
grazie all’amico mare, che da secoli immemori, par cementare
un patto mai scritto.
Lenta la luna si è adagiata in un sorriso, mentre discreta, illumina
un ritorno, uno scivolare sulle acque verso una riva che si
avvicina, verso quel sogno che ancora illumina un sorriso.
 
 
Vito
 
 


il pescatore by Vito Montalbò is licensed under a

            Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License             

 

Dal 2000 in base alla legge 248:

….tutti i testi che vengono pubblicati in internet sono automaticamente  protetti dal diritto d’autore. 

 L’art. 6 della legge 633/41  stabilisce che  ogni opera appartiene , moralmente ed economicamente, a chi l’ha

 creata ..  Pertanto e’ illegale (legge 22 aprile 1941, N° 633- legge 18 agosto 2000,  N° 248, copiare, riprodurre

( anche in altri formati o supporti diversi),  pubblicare parte di essi se non dietro esplicita autorizzazione..

La violazione di tali norme comporta sanzioni anche penali… "

L’autore scrivente: Vito Montalbò intende avvalersi di tale legge per eventuali furti di poesie, o starlci di esse, pubblicate

 su questo blog

 
 
 
 
 
 
Ringrazio la directory ritrovarsi per questo splendido riconoscimento che ha voluto
assegnarmi, per il brano: Ricordo di un amore
 
 
 
 
 
 
Annunci

33 Risposte

  1. MARIA

    VITO.OGNI MA OGNI VOLTA CHE TI LEGGO MI LASCI SENZA RESPIRO…TI LEGGO SENZA POTER FARE UNA SOSTANON SO CHE DIRE ,IL TUO MODO DI DESCRIVERE LE COSE CHE SENTI E VIVI E UNICO ,VERAMENTE SEI UN SCRITTORETANTI COMPLIMENTI ,OGNI VOLTA CHE MI TRASFORMI AL UN\’ALTRO UNICO E FAVOLOSO MODO QUELLO DI FANTASIA E DI BELLEZZAUN ABBRACCIO DI AMICIZIA

    26 novembre 2009 alle 19:08

  2. skay

    …………sono senza parole come sempre……dopo aver letto uno dei tuoi canti e questo è bellissimo, con dei "passaggi" da sogno nell \’ammirare "….. una volta stellata" e del "…..suo amore che stà già dormendo" …….anch \’io amo tantissimo il mare….passeggiare sulla spiaggia anche d \’inverno, immergersi nella bellezza della creazione dà pace allo spirito.Ti auguro una buona serata e grazie di deliziarci ogni volta con i tuoi meravigiosi "canti". Con affetto e stima,Skay Rose

    26 novembre 2009 alle 19:43

  3. M I C H E L A

    bello il tuo racconto……anch\’io amo il mare mi piace pescare e\’ una cosa che mii rilassa molto ti fa sentire in pace ciao Vito un abbraccio

    26 novembre 2009 alle 20:01

  4. Stranger

    Il pescatore è un personaggio malinconico , è spesso solo in mezzo al mare e l\’immaginazione popolare lo vuole al chiaro di luna , pensieroso .. forse è il riflesso della pace che si desidera . é un mondo che non c\’è più … anche i pescatori non sono più molto romantici con tutti quei macchianri che si ritrovano sulle loro imbarcazioni . Ti auguro una buona serata .

    26 novembre 2009 alle 20:38

  5. ஜRosa

    vito…< vecchio pescatore, scolpito da decise rughe, colorate da millesoli, ..>…. che splendore d\’espressione elevataal massimo di sentimento…bellissimooo ciao

    26 novembre 2009 alle 20:38

  6. ReS

    Un bellissimo brano Vito, scritto con molta bravura soffermandoti su dettagli delineati minuziosamente con una partecipazione interpretativa che dà forza e poesia a tutto l\’insieme e va diritta al cuore a chi ama tutto ciò che è poetico.Ciao , ti auguro una buona serata A presto.

    26 novembre 2009 alle 21:04

  7. Raffaella

    Mi piace la mattina prima del sorgere del sole scendere in spiaggia e vedere i pescatori tornare…I loro volti arsi dal sole…le reti…Grande come sempre Vito!Un bacione

    26 novembre 2009 alle 21:44

  8. ♥ ღ ♥ Mikì ♥ ღ ♥

    Bellissimo, mi è piaciuto l\’immaginare di un altro mondo, di un altro mare…dolce anche il pensare al suo amore durante la notte stellata.Il mare a me piacetantissimo, ma solo con la luce del sole, perchè di notte mi fa paura, non mi immergerei mai nel mare di notte, morirei d\’ infarto hahahahdolce notte

    27 novembre 2009 alle 00:35

  9. Dani

    Mi è sempre più difficile commentare queste tue delicate creazioni…ogni volta che entro qui vorrei farlo.. ma poi non so come descrivereciò che provo leggendoti… Meraviglia, incanto, leggerezza nel cuore…Per questo ti ringrazio dell\’enorme complimento che mi hai fatto…non immagini quanto ne sia rimasta stupita ed onorata ;))Le mie erano poche semplici parolee tu mi hai donato un\’Emozione che mai dimenticherò… Grazie caro Amico… Un abbraccio "silenzioso" ^_^Dani

    27 novembre 2009 alle 04:52

  10. Dani

    PS. Devo a te anche la scoperta di quel tipo di musicheche mi sono entrate nel cuore e accompagnano le mie giornate…per cui…doppiamente ti ringrazio 😉

    27 novembre 2009 alle 04:54

  11. Paola

    Sei sempre bravo Vito… grazie per queste letture….e mlto carino le immagini di sfondo del tuo blog…buon fine settimana e un abbraccio…Paola

    27 novembre 2009 alle 12:50

  12. Sonia

    Molto bella, bravo!… Anche l\’immagine del buon gusto.Dolce finne settimana carissimo…

    27 novembre 2009 alle 18:01

  13. Anna

    Vito auguro un buon fine settimana a te e ai tuoi cari!Un abbraccio!

    27 novembre 2009 alle 18:30

  14. кιмвєяℓу

    Sembra la descrizione di un quadro.Mi immagino un quadro con i colori della notte, ma non buio, illuminato dalla luna e le stelle, e un pescatore su una barchetta che si lascia cullare dalle onde del mare, con una piccola casa in lontananza, dove riposa il suo amore. Buon fine settimana. Ciao.

    27 novembre 2009 alle 19:52

  15. ღ♥ francesca

    Ciao Vito, uno splendido fine settimanaUn abbracciofrancescaUn sonno e un oblioLa nostra nascita non è che un sonno e un oblio; L\’anima che ci accompagna, stella di nostra vita, d\’altro saggio gode ben altrove, e da tanto lontano è giunta non già. Tutta dimentica di sua prima natura nè in nudità di sè completa, che anzi trascina a noi con sè i gran nembi di gloria. Dal Dio ch\’è nostra casa. Indugia su noi bambini per un poco di cielo.William Wordsworth

    28 novembre 2009 alle 17:01

  16. ... elisazingarafelice

    Anche io adoro il amre … è il solo posto in cui mi senta davvero a casa …bellisisme come sempre le tue parole … e a proposito di pescatori ti lascio il testo di una canzonedel mio amatissimo Faber ….All\’ombra dell\’ultimo sole s\’era assopito un pescatore e aveva un solco lungo il viso come una specie di sorriso. Venne alla spiaggia un assassino due occhi grandi da bambino due occhi enormi di paura eran gli specchi di un\’avventura. E chiese al vecchio dammi il pane ho poco tempo e troppa fame e chiese al vecchio dammi il vino ho sete e sono un assassino. Gli occhi dischiuse il vecchio al giorno non si guardò neppure intorno ma versò il vino e spezzò il pane per chi diceva ho sete e ho fame. E fu il calore di un momento poi via di nuovo verso il vento davanti agli occhi ancora il sole dietro alle spalle un pescatore. Dietro alle spalle un pescatore e la memoria è già dolore è già il rimpianto di un aprile giocato all\’ombra di un cortile. Vennero in sella due gendarmi vennero in sella con le armi chiesero al vecchio se lì vicino fosse passato un assassino. Ma all\’ombra dell\’ultimo sole s\’era assopito il pescatore e aveva un solco lungo il viso come una specie di sorriso e aveva un solco lungo il viso come una specie di sorriso. e con un sorriso ti auguro buona domenica e felice iizio di settimana ..elisa

    29 novembre 2009 alle 13:51

  17. Luciana

    Bellissimo post, Vito. Le tue descrizione sono sempre suggestive.Anch\’io ho sempre amato la figura del pescatore.Quando ero piccola i miei mi portavano al mare per le vacanze e ci rimanevamo un mese.Ricordo che al mattino presto andavamo a comprare il pesce dai pescatori appena rientrati da una notte passata in mare………..Era bellissimo vedere tutte quelle reti che con grande maestria venivano piegate……..e le casse di pesce fresco.Erano quasi sempre persone anziane…..chissà perchè, con la pelle rugosa cotta dal sole.Hai risvegliato in me dei bei ricordi………Buona serata, Luciana.

    29 novembre 2009 alle 17:31

  18. ♣ Ąηηα

    Ciao Vito!Che bello questo Post! Bellissimo! Complimenti.Ti auguro una dolce e serena settimana!Tantti Bacini

    30 novembre 2009 alle 10:25

  19. Maria

    Buon giorno Vitoanche io amo tantti tantti il marebellissimo testo mio amicoti auguro una dolce setimanabaciiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

    30 novembre 2009 alle 13:14

  20. F.

    Ciao Vito, bello il racconto. Mi raccomando di continuare a deliziarci con le tue storie sempre molto interessanti! Buona settimana.

    30 novembre 2009 alle 13:45

  21. Quatro Estações

    E EIS OS PRÉMIOS MENSAIShttp://sonhoscoloridos.spaces.live.com/blog/cns!C2DFE58A20C1971A!5331.entryMELHOR BLOGhttp://sonhoscoloridos.spaces.live.com/blog/cns!C2DFE58A20C1971A!5333.entryESPERAMOS QUE SEJAM DO VOSSO AGRADOQUATRO ESTAÇÕES DIRECTORY******************************************PREMIAZONI DI CONTEST MENSALEhttp://sonhoscoloridos.spaces.live.com/blog/cns!C2DFE58A20C1971A!5331.entryBEST BLOGhttp://sonhoscoloridos.spaces.live.com/blog/cns!C2DFE58A20C1971A!5333.entryTI ASPETTIAMOQUATRO ESTAÇÕES DIRECTORY

    30 novembre 2009 alle 19:14

  22. .

    Vito, quando leggo i tuoi scritti non finiscono mai di farmi provare dei brividi veramente delicati ed emozionanti.Mi incanto a leggere, e mentre m\’incantavo leggendo ho cercato di interpretare al meglio il tuo scritto.. e sai cosa ne è uscito? Nulla, il Tuo pescatore, il mare, la luna ed i suoi pensieri.. e tutto questo perchè hai scritto nei minimi dettagli.. e perchè sai scrivere molto bene sensazioni, e quindi è anche più facile interpretarle.Complimenti sinceri per te, Vito.Un sorriso sincero

    1 dicembre 2009 alle 11:39

  23. ADRIANA

    che bel racconto … dolce .. se chiudi gli occhi riesci quasi a vedere quel pescatore che parla con se stesso quasi con un velo di tristezza… caro vito leggerti è sempre un piacere …. mi vengono i brividi tanto è bello questo scritto … buona serata caro amico e grazie perchè ci sei

    1 dicembre 2009 alle 17:13

  24. mariangela

    …leggerti è sempre un piacereall\’improvviso i racconti finiscono e..quasi quasi dispiaceMa perchè non li raccogli in un libro???…deliziosissimi raccontiTi auguro un bel mese di dicembreè il mese che io più adorobaci e abbraccimarian

    3 dicembre 2009 alle 09:57

  25. giudi

    Hai una fantasia che non è da tutti..Complimenti.:-)un\’abbraccio col cuore

    3 dicembre 2009 alle 10:05

  26. Carmen

    C\’è sempre una nota in più di tanti in questi tuoi favolosi scritti amico mio… ed è la descrizione minuziosa del poco che lascia il senso del grande….. con te una ruga ha una storia, il sole un motivo in più di esistere,…. ed ecco che un umile quanto stupendo pescatore con te diventa un meraviglioso personaggio da film…. con i suoi attimi da intensa vita intera!Magia?… no Vito… enorme e stupenda bravura!Tutta tua amico mio…. meravigliosamente tua!Son felice di leggerti!Un bacio caro e quando vieni nel mio blog lasciami il messaggio se hai pubblicato!Ho così poco tempo ormai… e sai che non oglio perdermi niente!Smack e dolce notte pittore dell\’anima!

    4 dicembre 2009 alle 01:09

  27. Rebecca

    Caro Vito, con enorme piacere ho letto questa storia, e cosi ti ringrazio sta mattina mi hai regalato momenti sereni, credo che dovrei sfogliare fra le tue pagine per scoprire di più di te.. Buona giornata con amicizia Pif – Rebecca

    4 dicembre 2009 alle 08:25

  28. Quatro Estações

    EIS OS PRÉMIOS DO CONCURSO FASHION GRÁFICAhttp://sonhoscoloridos.spaces.live.com/blog/cns!C2DFE58A20C1971A!5079.entryAINDA EM VIGORATÉ 11 DE DEZEMBRO – O MEDO – GRAFICA E TESTOhttp://sonhoscoloridos.spaces.live.com/blog/cns!C2DFE58A20C1971A!5080.entryCONCURSO MENSAL CORES – AZUL GRAFICA E TEXTOATÉ 15 DE DEZEMBROhttp://sonhoscoloridos.spaces.live.com/blog/cns!C2DFE58A20C1971A!4649.entryMENSAL DARK, FANTASIA, FOTOGRAFICA, B&WATÉ 31 DE DEZEMBROhttp://sonhoscoloridos.spaces.live.com/blog/cns!C2DFE58A20C1971A!2438.entryVEM VER E CONCORRERQUATRO ESTAÇÕES DIRECTORY*********************************************PREMIAZONI CONTEST FASHIONhttp://sonhoscoloridos.spaces.live.com/blog/cns!C2DFE58A20C1971A!5079.entryVENE A VEDEREIL PAURA – GRAFICA E TESTO – SCADE 11 DICEMBREhttp://sonhoscoloridos.spaces.live.com/blog/cns!C2DFE58A20C1971A!5080.entryCONTEST MENSALE I COLORI – BLU – GRAFICA E TESTOSCADE A 15 DICEMBREhttp://sonhoscoloridos.spaces.live.com/blog/cns!C2DFE58A20C1971A!4649.entryCONTEST MENSALE DARK, FANTASIA, FOTOGRAFICA E BIANCO & NEROSCADE A 31 DICEMBREhttp://sonhoscoloridos.spaces.live.com/blog/cns!C2DFE58A20C1971A!2438.entryQUATRO ESTAÇÕES DIRECTORY

    5 dicembre 2009 alle 08:42

  29. lolli

    Come sempre, è delicato il tuo esprimere sentimenti e situazioni, che potrebbero anche essere considerati difficili, duri. Invece, attraverso le tue parole, i pensieri del pescatore da solo sul mare, sono speranza e lieve il suo andare sul mare, ed il suo ritorno, anche dopo una pesca poco abbondante. Sarà forse che anch\’io amo molto il mare e passerei la vita a guardarlo vivere. Un caro saluto!

    5 dicembre 2009 alle 17:37

  30. ... elisazingarafelice

    Un abbraccio affettuoso e l\’auguriodi un sereno e piacevole weekend ….di gioia e sorrisi ….Elisa

    5 dicembre 2009 alle 20:16

  31. Sara

    STUPENDO DAVVERO CARO VITO,ANCHE A ME PIACE COME FIGURA MI FA ANCHE PENSARE ALLA AMLINCONIA,AD UNA PERSONA PERSA NEI SUOI PENSIERI MENTRE ATTENDE CHE UN PESCE ABBOCCHI.CMQ COMPLIMENTI DAVVERO E SCUSA LA MIA ASSENZA MA CREDO CHE CONOSCI I MOTIVI.CIAO SARA

    6 dicembre 2009 alle 17:07

  32. ღ♥ francesca

    Ciao caro Vito, ti auguro una bella serata e un meraviglioso inizio settimana.Un bbracciofrancescaCicale a gran consiglio in campagna."Cosa ne pensi, Marco Aurelio,di queste antiche filosofie della pianura?Ma com\’è meschino il tuo pensiero!"L\’acqua del fiume scorre lentamente."Cosa vedi, Socrate,nell\’acqua che scivola all\’amara morte?Ma com\’è misera e triste la tua fede!"Le rose si sfolgiano nel fango."Cosa vedi, o dolce Giovanni di Dio,in questi petali gloriosi?Ma com\’è piccolo il tuo cuore!"F. G. Lorca

    6 dicembre 2009 alle 22:23

  33. Stranger

    passo solo per augurarti un sereno otto dicembre . Ciao

    7 dicembre 2009 alle 22:52

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...