Just another WordPress.com site

IL VENDITORE DI PALLONCINI

Ogni tanto, mi piace riprendere testi che ho scritto tempo fa, modificarli un
pochino e ampliarli.
Lo stesso ho fatto con questo piccolo racconto che ho scritto un anno fa, che
vorrei riproporre, appunto, modificato e ampliato un pochino.
 
 
 

 
 
 
Multicolori leggerezze accarezzate dal vento, tondi terminali di un esile
filo, che ambiscono il rincorrere di una nuvola, sono  prigioniere
speranze in cromatico contrasto con l’azzurro cielo, in attesa di infantili
appartenenze, abili domatori di libere immaginazioni che spaziano.
Il venditore di palloncini, estraneo a mille allegrie che lo circondano, è
fermo con il capo chino, tanti profondi pensieri lo rapiscono, tarli che
rodono nel silenzio di una rassegnazione mai voluta.
Una piccola mano, tesa verso di lui, prolungamento di un sorriso che
contagia, indica un sogno, non importa il colore, basta che culli la sua
fantasia.
Il palloncino, sarà ora suo compagno, calamita dei suoi pensieri, che
un  giorno, donandogli la libertà, porterà lontano, verso ignoti orizzonti.
Vanno via uno dopo l’altro, i palloncini, il venditore alimenta tanti sorrisi,
in tanti occhi dipinge il luccichìo dell gioia, ma i suoi pensieri, con
insaziabile voracità, divorano la mente, quelle spensieratezze, non
appartengono a suo figlio, lui non può reggere quelle fantasie.
Quando il calar della sera, osserva il suo rientro per colmare una
assenza, il suo piccolo angelo, immobile nella sua forzata prigionia, lo
attende per vedere la luce di tanti sorrisi, ancora impressa nei suoi
occhi.
Il suo tenero bacio, sulla piccola fronte invasa da ghirigori di biondi
riccioli, è anche il distogliere lo sguardo, per dare tempo ad una lacrima,
di solcare il suo viso, ormai avvezzo ai rigagnoli del dolore.
La sua mente, è una fucina incandescente di domande dalle scarne
risposte, plasmate però, dalle pietose mani di una flebile speranza, che
mai varcherà quei confini, che portano in quella valle dove tutto è
tramonto.
Immagini di campi ammantati di erbe rase, nei quali suo figlio rincorre
il vento, seppur hanno il sapore di una remota aspettativa, che
contrasta con il reale, non smettono mai di essere proiettate
dentro di se.
Perchè i suoi palloncini rendono felici gli altri bimbi, ma non intaccano la
tristezza del suo?
In preda a tanti quesiti, si affaccia mesto alla finestra, quasi a chiedere
al fresco vento, resinoso ambasciatore delle fragranze della notte, di
rapire i suoi pensieri, e farne dono ai monti che, ipnotizzati da una
pallida luna, lo guardano da lontano.
Come fosse un sogno, vede una colonna di oggetti sorvolare l’orizzonte
e avvicinarsi lentamente: "Mah! ma quelli sono palloncini, si distinguono
i colori, vengono in questa direzione……..".
Man mano si avvicinano, sempre più la confusione regna nella sua
mente, ad ondate, i suoi pensieri si accavallano senza un logico
controllo, come è possibile?,  sono vicini, uno per volta entrano dalla
finestra, rosso…… bianco….. azzurro….. verde….. giallo….. arancio……
improvvisamente, no, non è possibile, suo figlio ha allungato le mani.
Arrivano uno per volta e, quando sono di fronte al piccolo, scoppiano,
ad ogni scoppio, non il suo rumore, ma la voce di un bimbo: "ti voglio
bene"……. "non arrenderti mai"………. "hai un bel sorriso, mostralo"……
"forza, guarirai"……..
Con gli occhi pieni di lacrime, vede suo figlio che batte le mani: "Mio Dio,
ma cosa succede?", il bimbo sorride, muove le mani, è un inizio.
Un pianto a dirotto sfocia in un abbraccio da sempre atteso, partecipe.
Un lampo nella sua mente, e tutto diventa chiaro, quelli sono i suoi
palloncini, ai quali, i tanti bambini hanno affidato un potente messaggio
d’amore, prima di liberarli sulle dolci ali di un vento che accarezza la sera.
 
 
Vito
 

 


Questo/a opera è pubblicato sotto una
Licenza Creative Commons.

 

Dal 2000 in base alla legge 248:

….tutti i testi che vengono pubblicati in internet sono automaticamente  protetti dal diritto d’autore. 

 L’art. 6 della legge 633/41  stabilisce che  ogni opera appartiene , moralmente ed economicamente, a chi l’ha

 creata ..  Pertanto e’ illegale (legge 22 aprile 1941, N° 633- legge 18 agosto 2000,  N° 248, copiare, riprodurre

( anche in altri formati o supporti diversi),  pubblicare parte di essi se non dietro esplicita autorizzazione..

La violazione di tali norme comporta sanzioni anche penali… "

L’autore scrivente: Vito Montalbò intende avvalersi di tale legge per eventuali furti di poesie, o starlci di esse, pubblicate

 su questo blog

 

 
Annunci

30 Risposte

  1. MARIA

    TU DEVI PUBBLICARE TUTTI I TUOI INTERVENTI E POESIE CHE SCRIVI ,,,SONO PIU DI FANTISTICIBRAVO AMICO,,,MI TRASFERISCI OGNI VOLTA SUL UN NUOVO MONDO ,,,OGGI ERA IL MONDO DELLA MIA INFAZIA ,ANNI FA..GRAZIE …DOLCE POMERIGGIO CON AFFETTO…

    6 ottobre 2009 alle 18:13

  2. skay

    Bellissima questa pagina ………..mi sono un attimo commossa…….alcuni ricordi della mia infanzia sono riaffiorati…… Caro Vito, dal tuo scritto lasci emergere con generosità il Sogno, la Fantasia, l\’ Infanzia, il Dolore, il Sorriso, ma soprattutto la Speranza.Dovresti raccogliere i tuoi scritti in un libro………il Libro di Vito. Un\’ abbraccio, Skay Rose

    6 ottobre 2009 alle 18:40

  3. patry

    era bello quando l\’hai scritto….rileggerlo è stupendo….grazie vito…sai sempre portare il cuore nell\’emozione…un abbraccio

    6 ottobre 2009 alle 18:42

  4. enzina

    mi associo a tutte …devi scrivere un libro ciao con sincerità……………….

    6 ottobre 2009 alle 19:50

  5. -

    Ma cosa mangia un Vito io mi chiedo per avere quest\’ispirazione ??????? Maestoso. Che dire ? Non si possono piu\’ commentare i tuoi interventi. Hai la piuma dolcissima e rarissima. E come sempre le 5 o 10 ultime righe bastano per fare scorrere lacrime dopo essermi emozionata mano mano leggevo. E sa perchè tu riesci semrpe a farmi piangere quando leggo un tuo scritto ? Perchè scrivi cosi bene, che a me mentre leggo, mi sembra vedere i personnaggi e quando è un bambino come questo bambino che hai trascritto e suo padre impotente davanti alla sua tristezza allora Dio mio, arriva il delluvio. Cosa ha questo bambino Vito che non riesce piu\’ a sorridere ? Perchè non puo\’ reggere le sue fantasie. Cosa è questo male che lo rode e lo impedisci di sorridere. Spero solo che non ti sia stato ispirato da una realtà che hai vissuto. Un bellissimo messaggio di speranza per ogni bambino di questa terra che deve lottare per guarrire. Stupendo. Vito sei un grande della piuma. Complimenti con tutto il cuore. Un abbraccio con tutta la stima che ho per l\’amico che sei, ma stasera rendo omaggio all\’immenso scrittore.PS : ti ho mandato una cosetta. Poi dimmi se ti è arrivata.

    6 ottobre 2009 alle 20:54

  6. Raffaella

    davvero Vito dovresti pubblicare un libro con i tuoi racconti :)Bacione

    6 ottobre 2009 alle 20:54

  7. Paola

    i palloncini ebbero per me un fascino particolare quando ero piccola ed ora la stessa immaginazione che mi elettrizzava la ritrovo nei miei nipotini che appena vedono un venditore di palloncini si mettono a correre per raggiungerlo!..potessero i palloncini, nella realtà, portare via tristezze e malattie! Certo, il tuo è un racconto, ma la fantasia, in qualche parte del mondo, trova poi sempre riscontro in una realtà…per questo si prova commozione, noi nel leggere e tu nello scrivere, vero Vito? Prendo l\’occasione per scusarmi se non rispondo quasi mai alla tua email di fine settimana: per me sono sempre giorni cruciali, ma gradisco sempre tanto il tuo pensiero e le tue visite che spero mi dedicherai sempre. Un abbraccio caro amico

    7 ottobre 2009 alle 00:25

  8. Susanna

    Ti consiglio di scrivere e di continuarlo a farlo, anche se so che è difficile pubblicare……

    7 ottobre 2009 alle 09:20

  9. Viviana

    Buongiorno caro Vito… ho già letto altri tuoi scritti e anch\’io come Susanna ti dico di continuare a scrivere, e cerca di inviare qualche tuo scritto a qualche editore, provare non costa nulla, ti pare?Buona giornataVivi

    7 ottobre 2009 alle 09:27

  10. M. Vittoria

    Molteplici emozioni affollano la mente leggendo i tuoi dolci e meravigliosi scritti. Trasmetti al lettore tutta la tua dolcezza e la tua sensibilità che rispecchiano il tuo modus vivendi.I tuoi scritti sono quadri, mi ripeterò, con pennellate fatte con il cuore con colori tenui,dell\’anima.Complimenti!!! Sei bravissimo…con Amicizia , M.Vittoria.

    7 ottobre 2009 alle 09:29

  11. ADRIANA

    come al solito sai toccare il cuore di chi legge i tuoi scritti . bellissimo e dolce racconto caro amico. hai fatto bene a riproporlo anche perchè c\’è chi come me lo legge x la prima volta. buona giornata con affetto adriana

    7 ottobre 2009 alle 09:54

  12. Luciana

    Ciao Vito. Come sempre un racconto emozionante e toccante. I palloncini hanno, da sempre, un grande fascino sui bambini, ma anche sui grandi….quelli più sensibili. Mi unisco al coro degli altri per dirti, che sarebbe un peccato se tu non pubblicassi un libro con i tuoi racconti. Toglieresti a tanta gente il piacere di leggerli. Buona giornata, un abbraccio, Luciana.

    7 ottobre 2009 alle 10:49

  13. Paola

    Invia qualche tuo scritto… secondo me faresti bene… E\’ proprio ben fatto!….noi tifiamo per te…. buon pomeriggio…!!!!!!

    7 ottobre 2009 alle 15:00

  14. rosy

    Una storia dolcissima, molto comovente. Grazie Vito è sempre una grande emozione leggerti.Un abbraccio.Rosy

    7 ottobre 2009 alle 22:04

  15. Mariaurora

    E\’ veramente emozionante Vito leggere i tuoi racconti, devo confessarti che non credevo di leggere ma di essere ad una mostra d quadri di quadri meravigliosi e così veri!! E io? Ero lì davanti che guardavo e tiravo su col naso come una bimbetta e la lacrimuccia??Non mi vergogno mica sai a dirlo!!! Sei un grande Vito e anche io penso come i tuoi amici che dovresti far leggere tutto a un editore perchè non potrebbe fare altro che pubblicare. Ma ci pensi ? Io che dico: lo ha scritto Vito è un mio amico!! Bhe allora quando han detto che lo pubblicano il primo??? Non potrei averne una copia con dedica e firma?? Ciao Vito un abbraccio forte forte. .

    8 ottobre 2009 alle 02:24

  16. mariangela

    …mi mancavano le tue storie caro Vitosempre belle ed emozionanti leggerlete lo avrò detto ma…hai un modo di scrivere scorevolepassano giu i righi senza che te ne accorgiBravissimo!!Ti auguro una bellissima giornataqui da me c\’è sole immagino anche da tebaciuzzzzzmarian___________________

    8 ottobre 2009 alle 10:13

  17. Vito

    Grazie per le vostre parole, in tanti mi avete consigliato di raccogliere i miei racconti e le mie poesie in un libro, beh! non è facile, in quanto, qualoradovessi decidere di farlo, trovare un editore che ci creda, è una impresa ardua. Auguro a tutti una buna serata, con amicizia, Vito

    8 ottobre 2009 alle 17:46

  18. Patrizia

    Sempre garbato e delicato nello scrivere e commentare…il tuo stile ti distingue…Pubblicali se poi Vito…i tuoi racconti sono bellissimi!

    8 ottobre 2009 alle 18:18

  19. ReS

    Vito….solo tu puoi scrivere cose così sentite e forti perchè riesci sempre ad immedesimarti nell\’animo del personaggio che descrivi e nella situazione che rappresenti…..Sì, dovresti proprio pubblicare questi tuoi brani…magari illustrandoli con le immagini che sai elaborare così bene…Se una persona veramente creativa……e mi complimento con te…Ti auguro una buonissima serata. A presto!

    8 ottobre 2009 alle 18:33

  20. Fiore

    1 morale di questa fantastica e commovente storia, potrebbe essere interpretata come… ogni pensiero ed ogni desiderio, non può venir svelato, finkè non incontra 1 animo gentile e ben-disposto ad ascoltare… non credi anke Tu ?!Felice week-end, amico mio !!!

    9 ottobre 2009 alle 08:11

  21. Rosy

    Ciao Vito hanno ragione le tue amiche una bella raccolta dei tuoi scritti in un libro sarebbe il massimo …… io ti consiglio di farne una copia tutta per te, se vuoi posso darti una mano per la copertina sono a tua disposizione ……….. come inizio non sarebbe male anche per una soddisfazione personale, poi chissa\’ il destino decidera\’ …… un abbraccio con amicizia Rosy

    9 ottobre 2009 alle 11:14

  22. L✿ry

    Vito … io t ripeto sempre le stesse cose…ma non riesco a non dirti che i tuoi scritti sono veramente incantevoli…insisti ….secondo me qualcno prima o poi te li pubblica…son troppo belli!Buon week end Un abbraccio LoryP.s. Dalla foto quasi non ti riconoscevo … sei …..ringiovanito ….decisamente….

    9 ottobre 2009 alle 12:08

  23. Vito

    Grazie Lory, sai, forse dovrebbe essere il contrario, la foto che avevo primarisale a due anni fa, mentre questa è dello scorso 3 giugno, forse perchè inquesta vi è più luce e abiti chiari……Auguro a tutti una buona giornata, con amicizia, Vito

    9 ottobre 2009 alle 12:14

  24. Sara

    anche io ti dico sempre che x me sei un poeta mancato,se fossi nato in altra epoca lo saresti sicuramente diventato.I palloncini colorati mi hanno sempre messo tanta allegria!!!ciao carissimo e buon weekend.sara

    10 ottobre 2009 alle 13:50

  25. ღ ѕємρℓι¢ємєитє ѕσиia ღ

    grazi e vito delle tue belle parole grazie tanto http://s6.imagestime.com/out.php/i415767_file7927468b4bb6ph61.jpg

    11 ottobre 2009 alle 16:12

  26. ღ♥ francesca

    Ciao caro Vito, buon domenica serae felice inzio settimana.Un caro salutofrancescaDovrei paragonarti a un giorno d\’estate? Tu sei ben più raggiante e mite: venti furiosi scuotono le tenere gemme di maggio e il corso dell\’estate ha vita troppo breve: talvolta troppo cocente splende l\’occhio del cielo e spesso il suo volto d\’oro si rabbuia e ogni bello talvolta da beltà si stacca, spoglio dal caso o dal mutevol corso di natura. Ma la tua eterna estate non dovrà sfiorire né perdere possesso del bello che tu hai; né morte vantarsi che vaghi nella sua ombra, perché al tempo contrasterai la tua eternità: finché ci sarà un respiro od occhi per vedere questi versi avranno luce e ti daranno vita. William Shakespeare, sonnet XVIII

    11 ottobre 2009 alle 22:33

  27. Luciana

    Ciao Vito, buona settimana……e grazie dei commenti che mi lasci. Luciana.

    12 ottobre 2009 alle 08:34

  28. The Magic Door

    Vieni a scoprire chi ha vinto la top Your Power del mese di Settembre!http://the-magic-door.spaces.live.com/blog/cns!BD28738D801DA5F!2133.entry

    12 ottobre 2009 alle 23:23

  29. Anna

    Ciao Vito, non ti sento da un pò, come stai?Spero tutto bene, qui è arrivato il freddo!A presto, ti abbraccio! Anna

    13 ottobre 2009 alle 09:40

  30. ♣ Ąηηα

    Ah! Ma tu sei Vito! So che in Magic Door Directory e so che si scrive molto bene. Accetto con piacere l\’invito di amicizia, grazie.bacini

    13 ottobre 2009 alle 12:49

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...