Just another WordPress.com site

IL MONDO VISTO CON GLI OCCHI DI UN BAMBINO

Questo racconto, il cui titolo mi è stato suggerito da una cara amica,
è una semplice descrizione del mondo visto da un bambino, semplice
come è il loro mondo.
 


 

 
 
 
 
Una tapparella appena socchiusa, trasforma il caldo sole, in tanti raggi che
feriscono il buio, ma, come delicate carezze, illuminano il viso di un bimbo,
che, inseguendo l’ultimo sogno, fa sbocciare un sorriso, simile al tepore di
una primavera, che si appresta a valicare quell’orizzonte, dove incrocia lo
sguardo con una nascente estate.
Le note di un bacio, che due labbra attese, gli adornano la fronte, è novella
per i suoi occhi, di un giorno già nato, che impaziente lo attende.
Non il sogno svanito sarà la sua visione, ma il volto della mamma tra fasci
di sole, che, come un angelo del mattino, gli tende le mani, in un abbraccio
che lo conduce nel reale.
Si vede batuffolo, nell’azzurro pigiamino, prima di volare in una breve corsa,
quasi in un inciampare nel grande sorriso del padre, che sembra un riflesso
del suo. E’ affetto che nutre, quel che respira, lui, principino assoluto del
regno delle coccole, passeggero privilegiato nel cocchio delle carezze,
trainato su di una nuvola, dai destrieri dell’amore.
Il piccolo ometto, sente il vento intrufolarsi con curiosità tra i suoi riccioli,
quando, consegnando la piccola mano, all’instancabile sorriso che è al suo
fianco, entra nel grande parco, dove si innalza senza limiti, la sua fantasia.
La sua amichetta è già li, perchè i suoi capelli sono come l’oro?, gli occhi
tondi, hanno il colore del mare, e quando lo guardano, il suo viso di lentiggini
sembra acceso. Osservando con complicità il volto della mamma che accenna
un si, estrae dalla tasca una caramellina che porge alla sua amica, un dolce
dono per un dolce sorriso.
Corrono felici, quelle farfalle sembrano lente, ma non si lasciano prendere,
sembrano petali di rosa trasportati dal vento, un vento geloso, che le vuole
per se. Riprovano in tutti i modi a staccarsi dalle loro ombre, sono tanti giorni
che cercano di farlo, ma, chissà perchè, non ci riescono, hanno anche provato
a far mettere un piede sopra, scivola sempre via, seguendoli con tenacia.
Tra i giochi di luce, che un sole impertinente crea tra le foglie di un grande
albero, scorgono il loro amico, hanno detto loro che non esiste, è solo fantasia,
ma lui è li, sentono le sue parole, no, non è il rumore del vento.
Come è bella la vita, quanti sorrisi, quanta gioia, ma perchè i grandi, spesso
sono tristi? forse perchè loro non riescono a vedere un amico tra gli alberi?
forse perchè non badano alle farfalle e alla loro ombra?……
E’ ora di andare, un ultimo sorriso, un bacetto sulla guancia sudata, e vede le
due treccine color oro, andare via, ma non è triste, lei domani sarà ancora li.
Come vola il tempo, quasi l’attimo di un respiro ed è già sotto le coperte,
ascolta la voce sempre più lontana del papà, che parla di fate e castelli, fino
a perdersi in un sogno, nel quale, lui e l’amichetta, felici, riescono a staccarsi
dalle loro ombre, in attesa dell’angelo del mattino, che con un nuovo sorriso,
gli aprirà le porte del giorno.
 
 
Vito
 
Annunci

38 Risposte

  1. lucetta

    Il mondo dei bimbi dovrebbe essere sempre così fantastico, semplice, gioioso. Niente e nulla dovrebbe offuscarlo e……invece……. penso con angoscia a tutti quei bimbi che in questo momento, invece di ascoltare fiabe di fate e castelli, ascoltano suoni e voci che donano solo orrore e paura. Scusami Vito se questo racconto mi ha fatto pensare ai bimbi di Gaza ma è stato più forte di me. Con amicizia. Lucetta

    21 gennaio 2009 alle 13:32

  2. ஜRosa

    bel racconto..come solo tu sai fare….vorremmo che ogni bimbo potesse vivere cosi… forsenoi adulti…siamo tristi perchè coscenti che questa nn è realtà x tutti… un abbraccio

    21 gennaio 2009 alle 13:41

  3. patry

    sai disegnare con il cuore….questo bimbo vive la sua realta\’…fatta di giochi…di curiosita\’…..di cose nuove…….ed è felice…come tutti i bimbi di questo mondo dovrebbero essere……mi sembra di essere li\’ a vederlo mentre i suoi occhi guardano i colori….un\’altra…nuova emozione vito!!!…ti abbraccio con affetto e amicizia

    21 gennaio 2009 alle 15:00

  4. Patrizia

    Io bado alle farfalle e ho conservato la mia parte fanciulla che mi salva dalla pensantezza della vita quotidiana…grazie caro Vito per questo scorcio di serenità e positività…Anche tu hai gli occhi di un bimbetto,sennò non scriveresti letteratura così intensa.Ti abbraccio e sono contenta di strapparti un sorriso quando sono in vena di cazzeggiamenti e battute!

    21 gennaio 2009 alle 15:06

  5. Raffaella

    Io sono maestra d\’asilo…e vorrei che ogni bimbo vivesse in un mondo colorato di rosa,dove ci sono solo fate buone!Un saluto affettuoso Raffi

    21 gennaio 2009 alle 15:26

  6. ∞ Chimonanthus ∞

    Vito sei sempre il solito, instancabile ,sognatore e romantico,.La tua splendida esposizione suona come una dolce melodia…lontana..a noi che le farfalle le osserviamo distratti, intenti nei nostri inutili pensieri. Nel quotidiano non si può tornare ai primordi della nostra essenza, ma soli nei nostri silenzi nessuno ce lo vieta! Ritornar bambini è impossibile, siamo sporcati dalla vita e incrostati delle amarezze ma credo che dentro di ogni essere umano vi sia quel bimbo che scalpita e freme, non posso accettare che non vi sia rimasta traccia perchè in quel caso le nostre esistenze sarebbero vane…chi ha perso il cucciolo che è in se, ha perso il suo IO. Con amicizia…Laura

    21 gennaio 2009 alle 15:33

  7. Ladyfor

    Questo tuo scritto è la conferma che c\’è sempre un bambino che vive in noi, e che viene fuori nonostante l\’età, gli acciacchi e le preoccupazioni che ci assalgono, ed è bello che sia così.Grazie Vito!

    21 gennaio 2009 alle 15:40

  8. Katia

    Bellissimo questo racconto,come sempre fai sognare! Sei un grande poeta da una sensibilità unica…… riesci a vedere il mondo come un bambino nella sua semplicità e purezza…. con questa descrizione mi hai fatto ritornare indietro negli anni.. che emozioni,che gioia ….. ricordarmi bambina.Ma cè da dire che i tempi son cambiati,i bambini nn sono più come ai nostri tempi, nn cè più quella ingenuità,nn vogliono più raccontate le favole……….. buon pomeriggiocon affetto katia

    21 gennaio 2009 alle 16:00

  9. Patrizia M

    Bellissimo VIto, come sarebbe bello se ogni bambino potesse vivere così, sarebbe veramente stupendo.Con le tue parole hai creato un mondo che sarebbe l\’ideale per i bambini di tutto il mondo. E forse lo sarebbe se i grandi imparassero a far uscire la loro parte bambina e riprendesseroa vedere le farfalle, gli amici tra gli alberi e soprattutto a sognare.Forse sono io che sogno troppo pensando a tutto questoCiao, un salutonePatrizia

    21 gennaio 2009 alle 16:08

  10. Armonia

    Che delicatezza nelle descrizioni!Voglio credere che non si tratti di un sogno, ma che, ancora oggi, molti bambini abbiano il diritto a vivere così: guardando il mondo semplicemente con i loro occhi…Buon Pomeriggioin Armonia

    21 gennaio 2009 alle 16:09

  11. Alberto

    Ora so che oltre ad essere un simpatico amico, un allegrone spensierato, un gran mangiatore di frutti di mare freschi (rigorosamente vivi !!!!)….. sei anche una dolcissima persona (non che avessi dei dubbi in merito) con un cuore tenero come il bimbo del tuo delizioso racconto.Ciao Vito, buona serata.Alberto

    21 gennaio 2009 alle 16:38

  12. MARY

    Che bel sogno che hai descritto…Io sono certa che esiste davvero un mondosereno e dolce esattamente come lo hai descritto.Bacioni Vito….

    21 gennaio 2009 alle 17:38

  13. mariangela

    …delizioso raccontoun mondo bello come ogni bambino dovrebbe avere…Bella la descrizione…bellissimaun abbracciomariangela

    21 gennaio 2009 alle 17:52

  14. Fiore

    Ank\’Io mi sento ancora bambina interiormente e il famoso "fanciullino" del Pascoli è tutt\’ora molto vivo dentro di me e credo ke non crescerà mai… x fortuna !!!

    21 gennaio 2009 alle 18:45

  15. • Sweet Angy •

    E bravo il mio Vituccio…mi hai commossa, che carino il titolo ihihih!!!!! 🙂 Sapevo che ne sarebbe uscito un capolavoro,ogni volta parla il tuo cuore, tanto dolce e sensibile.Ti abbraccioAngy

    21 gennaio 2009 alle 19:16

  16. giulia

    è bellissimo Vito!il mondo visto dai bambini è un mondo meraviglioso, puro e senza inganno come la mano di chi ha scritto questo racconto!Giulia

    21 gennaio 2009 alle 19:28

  17. Stephan

    Bellissimo il mondo come lo hai desritto tu ….dovrebbe esser sempre così e non solo un sogno :-)N\’abbraccio ciaoooooooo

    21 gennaio 2009 alle 19:30

  18. Rosetta

    Un tuffo nell\’infazia!per un momento ho perso i contatti con la realtà! : )io mi faccio incantare… non lo sai?forse c\’è qualcosa di infantile che ritornae, spesse volte, mi prende e mi porta via!E\’ pieno di tenerezza!Ciao! animatore!

    21 gennaio 2009 alle 19:31

  19. Jonathan

    Che straordinaria delicatezzanel descrivere la vita attraverso lo sguardo di un bambinoe non si puo che rimanere a pensarti "bambino"forse nonlo sei piu all\’anagrafema il tuo cuore è colmo di quella semplicità!!!Con profonda simpatiaJonathan

    21 gennaio 2009 alle 19:39

  20. .....................

    Un puro nettare di metafore, un fuoco d\’artificio direi anche. Vito, meraviglioso. Man mano leggevo mi sembrava averli davanti gli occhi. Mi sembrava essere nel parco, e vedere le farfalle, gli alberi… Mi è sembrato per un attimo tornare bambina. Mi sono ricordata della meravigliosa fanciullezza che ho avuto. Bellissimo racconto. E tu sei sempre piu\’ grande. Io quando entro nel tuo mondo ogni volta viaggio. Stasera mi è sembrato di essere al paese della tenerezza e della spensierezza. Stupendo il tuo modo di scrivere. Un abbraccio Vito.

    21 gennaio 2009 alle 19:52

  21. Giorgio

    Pagherei tutto l\’oro del mondo per ritornare bambino e vivere nuovamente quelle impressioni.Noi grandi soffermiamoci di tanto in tanto ad immagginare il mondo attraverso gli occhi dei bambini, e a stupirci come succede a Loro. Sarebbe come ritornare nelle innocenze del passato.Giorgio

    21 gennaio 2009 alle 20:33

  22. Scent of RoseღCuoreprofondo's Art

    Che bello….! Cosi\’ dovrebbero trascorrere l\’infanzia tutti i bimbi del mondo e cosi\’ la vita tutti gli adulti!Con la stessa spensieratezza!Molto bello il racconto e bello anche il titolo,poi mi dirai chi te l\’ha suggerito!Un bacio grande grande,Marianna

    22 gennaio 2009 alle 18:34

  23. .....................

    Grande Vito, con un po\’ di ritardo passo per lasciarti un saluto rispettuoso e augurarti un bellissimo inizio di week en. Ho letto la tua meravigliosa poesia dedicata al tuo amore. Ho anche commentato. In queste due sere, mi sento stanchissima, non ce la faccio nemmeno a passare a salutare gli amici. Scrivo un po\’ per rillassarmi poi spengo tutto. Un abbraccio Vito. Buon proseguimento di pomeriggio.

    23 gennaio 2009 alle 13:58

  24. ღ Speranza ღ

    E\’ bellissimo Vito..complimenti !!!Tutti dovremmo imparare a vedere con gli okki di un bambino ,anke xkèin ogniuno di noi quel bambino c\’è .

    23 gennaio 2009 alle 16:52

  25. .....................

    Vito, vito, come faccio a rispondere al tuo commento ? Siete tutti statti troppo generosi nei vostri commenti stasera, grazie davvero. Non sono le mie parole che sono commoventi, è la realtà che ho provato a descrivere quella che quando vado in cità purtroppo vedo. Nn so come è altrove ma da me queste povere persone è cosi\’ che sono. Ti ho anche "rubato" la musica di sottofondo. Non ti ho nemmeno chiesto il permesso, già con tanta gentillezza avevi accettato che sia messa nel blog della comunità. Ti chiedo scusa davvero. E tu gentleman nn hai detto niente. Hai davvero lo spirito di condivisione che cerchiamo a diffondere ovvunque con la comunità. E ti ringrazio. WOW pero\’ che onore le tue parole. Grazie di cuore. Significa che mi sto davvero migliorando. Un salutone, tutto il mio rispetto ed un abbraccio Vito. Serena serata.

    23 gennaio 2009 alle 22:30

  26. Carmen

    Un\’infanzia dorata caro Vito!Bellissima… come raccontarla ai bembini dall\’infanzia negata? Eppure loro dovrebbero ascoltarla più degli altri e sentirsi ricchi della gioia che essa reca!Un bacino caro amicoCarmen

    23 gennaio 2009 alle 22:41

  27. Kia

    Anche gl adulti dovrebbero fermarsi a sognare qualche volta, farebbe loro soltante un gran bene…il problema è che non hanno mai tempo per queste "cose da bambni". Non sanno quanto si sbagliano!Buon fine settimanaChiara

    24 gennaio 2009 alle 16:12

  28. Franky

    I bimbi sono la più bella cosa del mondo:la loro innocenza li rende luminosi e freschi come l\’acqua pura di un piccolo ruscello…..E\’ nostro il compito di far si che quell\’acqua fresca e pura rimanga tale anche dopo aver attraversato percorsi impervi…!!!Ciao Vito,ho avuto dei problemucci e soltanto ora ho avuto la possibilità di venirti a trovare e leggere ciò che di meraviglioso sempre scrivi.Un caro saluto con sincera amicizia.Franky.

    24 gennaio 2009 alle 17:34

  29. butterfly

    GRANDE…SEI PROPRIO GRANDE….MI LASCI SEMPRE SENZA PAROLE….MITICO VITO…BACIONI AFFETTUOSI PER UNA DOMENICA SERENA….VIKI

    24 gennaio 2009 alle 18:06

  30. pilù

    Leggere ciò che scrivi fa più che far amare le manifestazioni infantili, fa desiderare di tornare a provare quella gioia così intensa perchè così semplice e pulita. Buona domenica! °-°

    24 gennaio 2009 alle 18:27

  31. ventodeldeserto

    ………le cose più belle sono sempre le più semplici……non posso aggiungere niente……..sei incredibile………in questi giorni sto leggendo un piccolo libro…..l\’ho scelto per la foto sulla copertina…..lo scrittore è Anosh Irani……"Il bambino con i petali in tasca.." E\’ bellissimo….inquietante……..ed è scritto con gli occhi dei bambini……..semplice……ed è come scrivi tu…semplice e pieno di significato………sei anche tu un bellissimo libro…….adesso capisco i tuoi sempre immutevoli saluti………ed i tuoi commenti…….grazie vito…….

    24 gennaio 2009 alle 21:08

  32. pina

    MOLTO BELLA.SOLO TU PUOI DESCRIVERE COSE MIGLIORI DELLA VITATI AUGURO UNA SERENA E FELICE DOMENICAU ABBRACCIO. PINA

    25 gennaio 2009 alle 11:53

  33. alba

    ciao Vito, di tanto in tanto vengo a far visita al tuo space per leggere i tuoi scritti, che come al solito mi lasciano incantata, hai una particolare dolezza nello esprimerti, comunque complimenti sono sempre bellissimi e per me è una gioia leggerl Ti augura una serena domenica, ciao a presto

    25 gennaio 2009 alle 12:28

  34. VαlчŠтчlє

    Vitooooooooooo.. Amico mio caro Buona Domenica.. ^^Valy

    25 gennaio 2009 alle 13:33

  35. rainbow59

    è molto bella….descritta alla perfezione…come semprein fondo in fondo anche negli adulti rimangono gli sguardi di quel bambino cresciuto…e leggere loro e raccontarli …è come tornare un pò indietro noiun abbraccio…..e perdona la mia latitanza….

    25 gennaio 2009 alle 23:53

  36. Sara

    davvero una racconto bellissimo,hai una vena poetica eccezionale e per me potresti davvero provare a pubblicare qualcosa,noto davvero molta dolcezza nelle tue parole.buona settimana docle amico.ciao Sara

    26 gennaio 2009 alle 15:18

  37. Sabrina

    GRAZIE VITO!SabryP.S. io e Gaia giochiamo sempre con le nostre ombre…

    27 gennaio 2009 alle 10:52

  38. Cassy........

    un inno alla vita, alla felicità, all\’innocenza…così dovrebbero essere tutti i bambini invece oggi la maggior parte quel sorriso non ce l\’hanno, succubi dei nostri stress e delle nostre corse contro il tempo. Fa sognare perchè sembra una favola e invece dovrebbe essere la realtà.

    29 gennaio 2009 alle 15:23

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...