Just another WordPress.com site

FAIDA

 
 
 
Contrariamente a quesllo che scrivo di solito, questa volta ho voluto affrontare
un problema molto serio e delicato, quello delle faide, che insanguina alcune
zone del nostro paese.


 

 
 
 
 

Urlano vendette i silenzi di assenze forzate dall’odio, lontane

ferocie dalle origini che il tempo ha sfocato nei loro ricordi,

ma che, generazionali tramandi, ravvivano, per alimentare la

famelica voracità della crudele bestia assassina.

Esistenze la cui passività di fronte al destino, è fonte di

contagio da parte del timore di prossime dipartite, sorrisi

assenti in volti plasmati dall’odio, vuoti sguardi persi nel nulla,

simili ad opachi specchi dai mancati riflessi, fonti inesauribili

di nuove lacrime, fedeli riproduzioni di altre già piante.

Famiglie, intime amiche della rassegnazione, di eterni lutti

vestite, attendono l’annuncio del colpo impietoso, netto,

preciso, che un’altra vita, come una piccola candela nel mezzo

di una tempesta, spegnerà, facendola rotolare a cinica

ostentazione di un trofeo di caccia, sull’infame ceppo dell’

orgoglio, piedistallo su cui salirà, chi ha brandito la morte,

mostrando con fierezza, il suo potere di prendere un vita,

come conto da saldare per un’altra già andata.

Cuori ormai stanchi di battere per corpi avvezzi ad una non

vita, in un segreto con le sfumature della vergona, anelano

rese volute, ma mai manifestate, pur sapendo, che non ha

anelli deboli questa funerea catena di morte, che stringe in

una gelida morsa, speranze poco coltivate.

Il sentirsi veri uomini, ai quali va il massimo onore da parte

di tutti, nel recitare ad arte, il “rispettabile” ruolo del datore

di morte, ad altri protagonisti della stessa tragedia, sposta

sempre più lontano nel tempo, in quell’orizzonte dove si

perde la vista di questa generazione, la chiusura del sipario,

in attesa della prossima, e di altri sicuri spostamenti.

Questo spettacolo va avanti, venite, accorrete in massa,

affollate la grande platea della vita, saziate la vostra voglia

di forti emozioni, morbose curiosità, la recita è gratis, a

turno, le nostre famiglie offrono dolori e amari sorrisi.

La vostra assidua presenza ci obbliga ad andare avanti, a

farvi vedere i volti scavati da un dolore instancabile, di

madri privati di quelle vite che con amore hanno generato,

accompagnato con paura, verso uno sperato diverso destino,

ma che, il vortice di questa amara realtà, gli ha strappato da

quelle mani rimaste aperte, tese, quasi come un disperato

tentativo, di riprendersi quell’ultimo sorriso.

Venite, affollate tutti i posti, sappiate che un posto vuoto,

può essere l’inizio di tanti nuovi vuoti, mostrate il vostro

calore, perché esso alimenta la fierezza del protagonista.

Un altro bersaglio è stato abbattuto, nuova vittima

sacrificale. Scure figure, curve sulla sua ultima fredda presenza,

replicano urla strazianti agli assolati dintorni di vuota

apparenza. Echi di rimando amplificano un remoto dolore.

“Quando finirà?”, la solita domanda che potente sale da

quei petti, ora disperati, viene strozzata da una gelida voce:

“armatevi, che sia resa la pariglia, si proceda oltre”.

Faida, si replica.

 

Vito

 
Annunci

35 Risposte

  1. Patrizia M

    Hai saputo descrivere queste orribili storie con una grande maestria,
    hai reso bene il senso del significato di Faida, sangue che deve lavare
    altro sangue, in una spirale che pare non avere mai fine e che non porta
    a nulla se non alla morte di altre persone e altre ancora.
    La parte che della nostra patria non vorremmo fosse mai esistita ma con
    la quale si è costretti a convivere.
    Un saluto con amicizia da Patty

    7 settembre 2008 alle 18:39

  2. Jonathan

    EH sì proprio diverso dal solito
    ma sempre straordinario per come
    traduci in parole
    realtà anche "crude" come la faida.
    Non ci sono parole per una cosa del genere
    ma tu le hai trovate nel tuo stile…
    Grazie per questo momento di riflessione
    Un abbraccio
    Jonathan

    7 settembre 2008 alle 18:59

  3. patrizia

    sangue che si lava con il sangue..ed è tutto vero….a leggerlo vengono i brividi…sei davvero bravo a scrivere…..racconti le faide con grande  intelligenza….complimenti davvero vito……buona settimana

    7 settembre 2008 alle 21:34

  4. patrizia

    scusa se ripasso…dovevo dirtelo!!!….il tuo commento è meraviglioso!!!…sei riuscito anche a farmi passare la rabbia…ahahah……grazie Vito!!…solo che nn dovevi rammentarmi le cozze…nonono…ufff……come me le mangerei anche adesso!!!…ribacio

    7 settembre 2008 alle 22:07

  5. Ladyfor

    la vendetta…
    da sempre questa orribile realtà insanguina le zone del nostro sud, macchiandole di sangue e infamia.
    Ma chi è l\’uomo per uccidere un altro uomo?
    Il Signore dice: A me la vendetta.
    Perchè la giustizia non è di questo mondo.
    Come al solito mi congratulo con te per i tuoi stupendi post.
    Buona notte. Scusa se ho fatto qualche errore, ma di ritorno da una sagra il vino fa brutti scherzi, specie per un\’astemia di vino come me!

    7 settembre 2008 alle 22:30

  6. rosy

    ….l\’odio può solo generare odio…..e tu l\’hai descritto con molta chiarezza….
    Grazie per avere accettato la mia richiesta di amicizia…
    Buon inizio di settimana.
    Rosy.

    7 settembre 2008 alle 22:41

  7. Alessandra

    Ci penso spesso a queste cose, quando vedo nei giornali, nei telegiornali, nei programmi che fanno vedere, nelle famiglie che piangono…e penso alla cattiveria umana, quanto odio…non capisco…per cosa poi…..
    ma i pensieri non bastano, le faide continuano….la gente muore……
    i nostri cuori sono tristi….
    Un abbraccio dolce Vito!!!

    7 settembre 2008 alle 22:55

  8. astrodeluso

    le parole dicono tanto ma l\’immagine dice molto di più.Complimenti.
    A presto

    7 settembre 2008 alle 23:17

  9. ionondimentico

    ciao caro amico come vorei essere brava a scrivere post come i tuoi ma non ci riesco . Ti facci anche io i miei migliori auguriiii ciao  

    8 settembre 2008 alle 11:38

  10. rainbow59

    è sempre bello come riesci a descrivere nel tuo "modo" qualunque situazione,
    dalla più semplice, alla più vera nuda realtà
    un grande abbraccio con amicizia

    8 settembre 2008 alle 11:48

  11. Miki

    il mio bel blog e\’ stato chiuso
    e non si sa perche\’
    avevo solo le foto della mia vita di bimba
    …..
    ora ricomincio a malinquore, da qua…
    ciao ciao
    michela

    8 settembre 2008 alle 22:37

  12. ClavéL

    Ti diverti anche con la grafica oltre che con le parole?
    Complimenti!!!
     
    Spero siano passate le giornate da 43° lì da te!
    Qui da ieri alle 3 c\’è finalmente un bel cielo settembrino.
        Buon proseguimento!
     
             ClavéL

    9 settembre 2008 alle 14:43

  13. MARY

    Bellissimo anche questo post caro Vito, scritto bene anche
    se di una verità molto amara e triste soprattutto
    per la gente del Sud.
    Un grosso abbraccio e…complimenti anche per la grafica!!!!!
    Mary 
     
     

    9 settembre 2008 alle 17:28

  14. patrizia

    ma lasciamene un po\’ anche a me no???ahahah…mhhh…ogni volta che mi parli di patelle……sorrido..penso al mare….grazie amico mio…buonanotte

    9 settembre 2008 alle 21:04

  15. eleonora

    Vito grazie tante per tutte le cartoline meravogliose che mi lasci,il tuo blog diventa ogni giorno più bello!!!Davvero tanti complimenti!!!Un abbraccio!!!

    10 settembre 2008 alle 23:08

  16. patrizia

    notte notte vito….un abbraccio e grazie…sei molto dolce

    11 settembre 2008 alle 21:29

  17. Agata

    Ciao Vito,ho letto con molta attenzione ed interesse questo tuo ultimo post.Hai ragione è un intervento che tratta un tema deverso dal solito ma tu,come sempre,sai andare dritto al punto con le tue parole.Che bravo che sei!!Io mi butto come al solito nella musica e ti lascio una canzone dell\’immenso De Andrè: Disamistade.Anche lui,come te,aveva deciso di affrontare questo tema.Un Abbraccio
    http://it.youtube.com/watch?v=unaVMfe6fJg
     
    Baci Bacini e Bacetti
          Ci8lina

    11 settembre 2008 alle 23:38

  18. Miriam

    E\’ bello poter riuscire ad esprimere in parole delle realtà e dei sentimenti anke se così atroci e veri! Hai un bellissimo dono Vito….continua ad usarlo con il cuore!! God Bless You!!

    11 settembre 2008 alle 23:49

  19. ClavéL

     
    Qui si prepara un temporaaale!!!
    E spazzerà via l\’estate…
    speriamo anche la fastidiosa afa!
     
      Buon fine settimana a te!
      

    12 settembre 2008 alle 19:58

  20. Lucilla

    buonasera   ehehehe grazieeee della bellissima immagine e dei salutiiii che ricambio con simpatia ed amicizia
    oggi qui da noi temporaleeee stamattina era così buio che sembrava notte   poi nel pomeriggio soleeee ma pare che stanotte ancora pioggia    ehehehe mi sembra di essere una del meteo ehehehehe buon fine settimana a te e famigliaaa e complimentiiiii per il tutto

    12 settembre 2008 alle 20:29

  21. .

    Vito….sono sicura che questo scritto è stato scritto da te tutto d\’un fiato…..c\’è tanta rabbia nelle tue parole.Sei un uomo molto sensibile,hai affrontato un argomento usando parole delicate ma al comtempo forti e decise…..ogni tuo scritto mi incanta.Complimenti sinceri Vito….Marianna

    12 settembre 2008 alle 21:31

  22. Gigio

    Ciao Vito, buob fine settimana anche a te….
    sono appena rientrato adesso a casa,…..
    stanco stanco stanco….
    e domani sono pure un matrimonio,
    beh almeno mi consolo con il pranzo…ahahahhahha
                           A presto   Gigio

    12 settembre 2008 alle 22:41

  23. Giorgio

    Occhio per occhio , dente per dente, è una legge antica del più forte per sopprimere il più debole.  Il  debole si organizza per vincere il più forte, il tutto a prezzo della vita e del sangue altrui, è come un\’ira funesta che si avventa e distrugge la pace e la serenità, una rabbia forte e vorace capace di azzannare la preda.   Sei stato bravo Vito a descrivere con significativo dramma la ferocia della violenza rivendicativa.                 Giorgio

    13 settembre 2008 alle 13:23

  24. ClavéL

    Grazie Vito per le righe che mi lasci di commento,
    mai approssimative e sempre delicate e attente.
    Rivelano la pienezza del tuo spirito.
     
       Ma come fai a non perderti nemmeno una cosa che pubblico??
       Ti auguro una buona domenica!!!!
    (io mi ascolto le canzoni della Mannoia… ti piacciono?)
     
     

    14 settembre 2008 alle 12:59

  25. Agata

    Ciao caro amico,anche io sono rimasta affascinata dal video…purtroppo non so chi è l\’autore ma sicuramente gli fischieranno le orecchie grazie a me e te,eheheheheh!!La foto nuova del profilo è sempre una mia foto,suppongo ti piacesse di più l\’altra,ahahahah.Felice Domenica (qua diluvia…).Un Abbraccio
     
    Baci Bacini e Bacetti
          Ci8lina

    14 settembre 2008 alle 15:16

  26. Annamaria

    Ciao carissimo amico Vito, grazie tante x la tua visita! Si, va tutto bene, te? Ti auguro una serena serata! Baci

    14 settembre 2008 alle 19:19

  27. ester

    Ciao amico Vito……..il blog sociale ringrazia per le tue calorose e piacevoli visite! Ti auguriamo una serena notte! Un abbraccio e un sorriso……che non deve mancare mai!

    14 settembre 2008 alle 22:57

  28. bye bye

    grazie Vito bello e interessante post un grande bacio kat

    14 settembre 2008 alle 23:44

  29. Paola

    e 29! Ci sono anch\’io caro amico a commentare questo tuo ultimo post che ho potuto leggere solo stasera! ai capito vero perchè il mondo va così? Le faide sono l\’antitesi del Perdono! Creano un giro vizioso e interminabile, intriso di sangue e morte e in quell\’ambiente ai bambini si insegna a odiare IL NEMICO!
    Siano benedetti i miti e i bonaccioni! E al mio amico Vito che deve essere una perla di pazienza e sensibilità, un abbraccione amichevole da Paola
     

    14 settembre 2008 alle 23:59

  30. patrizia

    buona settimana vio….cominciato il freschetto….le cozze e lepatelle ora…me le mangio a casa….uffffff…un abbraccio

    15 settembre 2008 alle 17:59

  31. Patrizia

    Hai toccato un problema sempre attuale…Sappiamo che queste cose accadono,purtroppo..ma come fermarle definitivamente?Buona serata..un abbraccio ed un baciotto,caro amico…Ciao….Patty

    15 settembre 2008 alle 18:24

  32. la carla fracci della

    ciao Vito, scusami l\’assenza, sono arrivata qui a leggere questo tuo post proprio dopo averne scritto uno io in cui parlo dell\’uomo, bestia a due zampe che dovrebbe estinguersi per tutto il male che è in grado di procurare.
    Tu dici che non finira\’ mai l\’odio se ci si lascia guidare dal:" dente per dente", ma io di fronte a certe cose, sono per il "dente per dente" senza pieta\’, anche se invece che di uomini, si tratta di animali innocenti, molto più degli uomini che muoino per queste assurde faide.
    Anche nel mio paese si va avanti cosi\’,e non so come se ne possa uscire, visto che ancora oggi anche i giovani sono ancorati a quelle idee.
    E le mamma continuano a piangere i loro figli!

    15 settembre 2008 alle 21:04

  33. • Sweet Angy •

    Ciao Vituccioooo!!!
    Entro qui tra i tuoi pensieri sempre molto profondi, per farti dono di
    un piccolo premietto…
    come simbolo dell\’amicizia che ci unisce…
    http://img232.imageshack.us/my.php?image=premioamiciziadt2.jpgCon affetto
    Angy

    16 settembre 2008 alle 09:08

  34. ionondimentico

    ti auguro una felice giornata  .la tua sempre spero amica

    18 settembre 2008 alle 08:22

  35. rAiSs

    Dente per dente rende il mondo cieco!

    12 ottobre 2008 alle 12:48

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...